Magazine Palcoscenico

All’ombra dell’ultimo sole, il musical è in scena al Teatro Menotti

Creato il 12 ottobre 2013 da Luana Savastano @VistaSulPalco
 

All’ombra dell’ultimo solePer il terzo anno consecutivo, a grande richiesta, torna All’ombra dell’ultimo sole, un racconto musicale basato sulle canzoni, le storie e i personaggi raccontati da Fabrizio De André, con la regia di Emilio Russo e il patrocinio morale della Fondazione De André Onlus. Lo spettacolo, scritto da Massimo Cotto e in scena dal 10 al 20 ottobre al TieffeTeatro Teatro Menotti di Milano, è un musical sulla nostra storia recente, su quegli anni ‘70 caratterizzati da profonde trasformazioni e contraddizioni, ma già anni “mitici” per le generazioni successive.

Protagonista della storia è un gruppo di giovani che vive un momento storico di grandi speranze e di gravi conseguenze: è il 1975 e i ragazzi decidono di aprire un bar in un magazzino dietro Via del Campo, dove fare musica e parlare di rivoluzione. Il locale, diventa luogo di ritrovo di giovani, ma le cose non vanno nel verso giusto e anche se il “sogno” sembra vicino, la strada per il cambiamento è ancora lunga…

All’ombra dell’ultimo sole è un musical sul mondo di Faber, la cui musica non solo segna il ritmo dello spettacolo, ma dà anche il nome ai protagonisti del racconto (da Bocca di Rosa a Nancy, da Michè a Pasquale Cafiero) e permea le atmosfere dei carruggi di una Genova immaginaria illuminata dalle luci del bar La cattiva strada fino ai fuochi della rivolta nel carcere scandita dal ritmo della Canzone del Maggio.

Lo spettacolo è un omaggio al più grande di tutti, ma anche agli ultimi della fila, quelli che nessuna luce illumina se non quella dei lampeggianti della polizia o dei lampioni dei carruggi, ma che non per questo sono meno grandi nella loro abbagliante umanità. Sono il Sirena, Nuccia, il Boccia, Nina, Teresa, Bocca di Rosa, Paoluzzo, il Gesù. Sono puttane e figli di puttana, ladri e ragazze madri, anarchici e ragazze e basta. Gente che sembra uscire da una canzone di Fabrizio.
Massimo Cotto

Le canzoni di De André a servizio di un musical anomalo su utopie, rivoluzioni e delusioni narrate dalla parte di puttane, anarchici, perdenti e sognatori. Gli arrangiamenti di Alessandro Nidi non scimmiottano l’inimitabile Faber, più che all’altezza il cast di giovani attori e cantanti che garantisce la giusta temperatura emotiva.
Sara Chiappori – la Repubblica

E se “il nostro destino è quello di combattere sapendo che perderemo” il destino dello spettacolo di Russo è di aver vinto la sfida e di aver contribuito a dare ancora più risalto alla poesia di De André. Da vedere.
Patrizia Pertuso – Metro

I personaggi  (dalle note di regia)

Gesù – Carlo Roncaglia
Ha un atteggiamento da leader, non privo di stupori e ingenuità infantili. È il più politicizzato del gruppo.

Paoluzzo – Enrico Ballardini
È il più inquieto. Ha alle spalle molte storie da dimenticare e da rivendicare.

Teresa – Roberta Lidia De Stefano
Disillusa dagli uomini si dedica all’amicizia e all’amore per su figlio. A Genova si è ricostruita una nuova vita, lontana dai ricordi.

Il Sirena – Fabio Zulli
È un “mugugnatore” di professione. Si sposta con movimenti veloci e felini, da ex ladro e da barman professionista.

Nina – Silvia Giulia Mendola
È la più concreta dei ragazzi. I piedi poggiano su tradizioni forti, ma la testa vola in alto.

Nuccia – Francesca Gemma
Nuccia è una puttana. Conosce la durezza della vita, ma è riuscita a conservare un cuore grande per amare ed essere amata.

Il Boccia – Giuseppe Palasciano
Non parla troppo troppo, ma le cose che dice sono sempre incisive. È il più alcolico, indolente e scansafatiche.

Miché – Daniele Gaggianesi
Ragazzo borghese a cui stanno stretti i suoi abiti. Innamorato di Nancy. Impacciato ma intelligente e sensibile.
Bocca di Rosa – Valeria Perdonò
Vende il suo corpo e ci mette anche l’anima. Affronta il suo mestiere con l’entusiasmo dell’apprendista.

Nancy – Vanessa Korn
Nancy sa che il suo amore non può far male. Cammina un gradino sopra gli altri, non per vanità o presunzione, ma per stare più vicina all’aria.

Cafiero – Francesco Visconti
Rude, cinico e ignorante. Forte con i deboli e a capo chino con i potenti. Il mondo può crollare a lui non se ne cura: basta un caffè e tutto va a posto.

L’indiano – Francesco Visconti
Per gli ideali di lotta sconta una pena dura. Il mondo ha tradito i suoi sogni di rivoluzione, ma quei giovani appena entrati in prigione sembrano diversi… chissà…

Prezzi
Intero: 25,00 €*
Ridotto >65 anni: 12,50 €* (residenti a Milano)
Ridotto Ridotto *prevendita 1,50 euro

ABBONAMENTO PRIME: 11 prime a 100 € con posto fisso
ABBONAMENTO POMERIGGIO: 6 spettacoli a 60 euro, vale sulle repliche di mercoledì e domenica

Orari biglietteria: dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 19.00 – sabato dalle 16.00 alle 19.00
Orari spettacolo: martedì, giovedì, venerdì e sabato ore 21.00 – mercoledì ore 19.30 – domenica ore 17.00

Per maggiori informazioni
Teatro Menotti
via Ciro Menotti 11 – Milano
tel. 02 36592544
[email protected]www.tieffeteatro.it

Gli altri spettacoli della stagione 2013 – 2014 del Teatro Menotti

dal 10 al 20 ottobre 2013
ALL’OMBRA DELL’ULTIMO SOLE

dal 5 novembre al 27 novembre 2013
DON CHISCIOTTE – OPERA POP

30 novembre e 1 dicembre 2013
MERCUZIO NON VUOLE MORIRE

dal 5 al 31 dicembre 2013
AGNES BROWNE

dal 9 al 26 gennaio 2014
LO ZOO DI VETRO

31 gennaio e 1 febbraio 2014
CHISCIOTTIMISTI

dal 4 al 9 febbraio 2014
RICORDA CON RABBIA

dall’11 al 23 febbraio 2014
PRETTY – UN MOTIVO PER ESSERE CARINI

dal 25 febbraio al 9 marzo 2014
SIK SIK – L’ARTEFICE MAGICO

dall’11 al 23 marzo 2014
ALICE

dal 25 al 29 marzo 2014
IL FLAUTO MAGICO
secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio

dal 6 al 18 maggio 2014
IL TRAMONTO SULLA PIANURA

dal 5 al 22 giugno 2014
BENNISUITE

  * Articolo letto 4 volte

Clicca per creare il PDF di questo articolo

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il Teatro in miniatura

    Teatro miniatura

    E’ bellissimo vedere lo stupore negli occhi dei bambini che vengono a Teatro, quando visitano i laboratori della sartoria, dell’attrezzeria, della... Leggere il seguito

    Da  Musicamore
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA
  • Tutti a Teatro GRATIS!

    Tutti Teatro GRATIS!

    In occasione della Giornata Europea della Musica, riflessioni, dibattiti e tanta musica per parlare del taglio dei finanziamenti alla cultura e nello specifico... Leggere il seguito

    Da  Musicamore
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA
  • Tutti a teatro ieri

    Tutti teatro ieri

    foto di Luca MurgiaMancavano solo 10 giorni al 21 giugno quando la mia collega Giuliana me lo ha ricordato dicendomi se ero disposta ad imbarcarmi con lei... Leggere il seguito

    Da  Musicamore
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA
  • Tutti a Teatro…i concerti

    Seconda parte della serata: tutti gli spettacoli [C'é un video che non può essere mostrato in questo feed.Visita la pagina dell'articolo per poter vedere i... Leggere il seguito

    Da  Nonzittitelarte
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA
  • Il teatro deve rifiorire

    Da giorni, anzi da mesi, molti mesi, assisto alla tragica commedia che sta lentamente e inesorabilmente trascinando nel dissesto definitivo la nostra più... Leggere il seguito

    Da  Nonzittitelarte
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA
  • Positano teatro festival 2013

    Positano teatro festival 2013

    X edizione del POSITANO TEATRO FESTIVAL , Ridere - Riflettere - Commuoversi. Piccole anticipazioni del Premio Annibale Ruccello 2013 Il trofeo del premio... Leggere il seguito

    Da  Massimocapodanno
    CULTURA, EVENTI, INFORMAZIONE REGIONALE, PALCOSCENICO
  • Teatro Carlo Felice: solidarietà

    Teatro Carlo Felice: solidarietà

    I lavoratori del Teatro Lirico esprimono tutta la loro solidarietà ai colleghi del Teatro Carlo Felice di Genova Condividi su Facebook. Leggere il seguito

    Da  Nonzittitelarte
    PALCOSCENICO, SOCIETÀ, SOLIDARIETÀ, TEATRO ED OPERA