Magazine Economia

Alla Germania manca un po' il fiato...

Creato il 08 settembre 2010 da Beatotrader

Alla Germania manca un po' il fiato...
Se i PIIGS se la passano male immersi nel fango dei loro debiti pubblici/privati,
anche la razza Ariana dell'Eurozona continua il suo naturale processo di RALLENTAMENTO dallo stellare 2° trim. 2010 con un PIL a +8,8% (annualizzato, ovvero +2,2% rispetto al trim. precedente)
Dopo la ramazzata di ieri sugli ordinativi all'industria, oggi conseguentemente (o quasi) tocca all'export della Krande Cermania.
Francamente che la Germania potesse correre per più di un trimestre come la Cina&affini era impossibile: non ha il fiato sufficiente per tenere quel ritmo....
NATURALMENTE, dopo questa compilation di cattive notizie venute fuori tutte insieme come per magia (...), le Borse stanno tentando di passare in VERDE.
Tutto come da copione: ormai i debiti pubblici non fanno più paura.
Il Mercato si è convinto che, almeno per il 2010, il TAPPO terrà.
Pertanto se fino a Maggio le notiziacce sui PIIGS erano FERALI per le Borse, adesso sono solo dei mosconi fastidiosi da scacciare il prima possibile con un paio di smanacciate...
Ottime scuse per "prese di beneficio".
German Exports Miss Expectations And Are Now Double Dipping

Germany's July export data wasn't quite what the market was expecting today, falling 1.5% vs. June despite the consensus forecast was that they would show no month-over-month change according to Bloomberg.

There's also reason to believe August export data, when released, will indicate a slow-down as well.
That's because Germany's manufacturing activity cooled in August, thus exports could have as well.
Perhaps there's less of a tailwind given the euro has stopped dropping like a stone on the slightest bad Eurozone news. (It's at $1.269 now, but still well above the $1.20 levels we saw earlier this year)

Still, on a year-over-year basis, exports were still up 18.7% vs. July of 2009. You can see a breakdown of the data below, via Destatis.de.
Non-European exports are growing fastest,
but it's notable how exports to other European nations remain robust.

Chart


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :