Magazine Viaggi

"Alternative tour" alla scoperta di Stoccolma

Creato il 05 novembre 2012 da Infoturismiamoci @Infoturismiamo

Dopo il post "Stoccolma: dove dormire", entriamo nel vivo del nostro viaggio nella capitale svedese!
Vogliamo iniziare raccontandovi la nostra prima giornata a Stoccolma, trascorsa in compagnia di Davide Borghi, un ragazzo italiano che vive lì da 7 anni e conosce ogni singolo angolo della città ... non a caso, lavora come guida turistica :) Abbiamo approfittato della sua presenza per scoprire la Stoccolma al di fuori dei soliti circuiti turistici, ed ora, eccoci pronti a riassumere le tappe di questo bellissimo "alternative tour" che vi consigliamo di seguire qualora doveste visitare questa città a dir poco meravigliosa!    
Il nostro tour è partito dal Clarion Hotel Sign quindi dal quartiere Norra Bantorget, al confine tra Norrmalm e Vasastan, il primo zona finanziaria e commerciale della città (ricostruita, a grandi linee, tra gli anni Cinquanta e gli anni Settanta), la seconda, zona prettamente residenziale dal carattere elegante, puntellata da abitazioni del tardo Ottocento. 
Olof Palmes Gatan 
Su Sveavägen, che Olof Palmes incrocia (all'altezza dell'ingresso della metro Hötorget), si trova la lastra dedicata al primo ministro Palme, ucciso proprio qui la sera del 28 febbraio 1986. Famoso in tutto il mondo per le sue politiche pacifiste e antirazziste, Palme fu vittima di un omicidio mai risolto, di cui nel corso degli anni furono incolpati un po' tutti: l'Olp e il Kgb, il Sudafrica dell'apartheid, la Jugoslava di Tito e la P2 di Licio Gelli. Per approfondire questo pezzo di storia vi consigliamo l'approfondimento pubblicato su Linkiesta.

Brunkebergstunnel 
Sotto alla collina di Brunkeberg, che separa la parte più centrale della penisola nord da quella più orientale "Östermalm", corre il tunnel di Brunkeberg lungo 231 metri, concluso alla fine dell'Ottocento. L'ingegnere incaricato del progetto, Knut Lindmark, celebre per la realizzazione del famoso ascensore di Katarina a Södermalm, si tolse la vita nel 1892, convinto che il tunnel fosse instabile a causa di errori di progettazione da lui ignorati.


Chiesa di Johannes Kyrka 
Attraversando il tunnel e proseguendo verso est si raggiunge la Chiesa di Johannes Kyrka, basilica neogotica del XIX secolo caratterizzata dai tipici mattoncini rossi e da un campanile isolato di legno del 1692. In passato l'area antistante la chiesa era paradossalmente famosa per la presenza di prostitute; oggi la zona, ormai residenziale, è uno degli angoli più caratteristici di Stoccolma

Östermalm 
E' arrivato il momento di una pausa! Arrivati a Östermalm (l'area più costosa di Stoccolma,  edificata durante la seconda metà dell'Ottocento per la nuova borghesia industriale prendendo il posto del malfamato quartiere "Ladugårdslandet") non possiamo non fermarci a Caffé Saturnus, uno dei tanti bar della capitale in cui nel weekend si consumano le caratteristiche "colazioni tardive" a suon di KanelBullar (tipici dolci alla canella), panini, uova, yogurt con cereali e succhi di frutta, tutto rigorosamente fresco e preparato al momento! L'ambiente è caldo, davvero accogliente! Troviamo tantissimi ragazzi e molte famiglie con bimbi al seguito, d'altronde la Svezia è uno dei paesi piú giovani nel mondo occidentale, con una media di circa due figli per famiglia :) In settimana quasi tutti questi bar fungono da "lunch-ställe", luoghi per la pausa pranzo.
Indirizzo: Eriksbergsgatan 6, Östermalm



Humlegården 
Tappa successiva: Humlegården, bellissimo parco di Östermalm (nonchè il più grande) in cui è ospitata la Biblioteca Reale di Stoccolma. Il nome Humlegården significa "giardino del luppolo", qui difatti, ai tempi di Re Giovanni III, veniva coltivato il famoso cereale utilizzato per la produzione della birra :) A Humlegården si trova anche un piccolo skatepark di cui Stoccolma è ricchissima! Tra questi segnaliamo quello sotto il ponte ovest, uno tra i piú belli d'Europa.

Dal cuore di Östermalm al mercato coperto Östermalmshallen
Arriviamo a "Östermalmshallen", il più antico mercato coperto di Stoccolma, inaugurato nel 1888; oltrepassato l'ingresso si viene subito travolti da un'esplosione di colori e profumi, banchetti e ristoranti tipici! Tra questi "Lisa Elmqvist" famosa per la qualità del pesce offerto ... tra le specialità il salmone marinato nell'aneto (gravad lax), i filetti di aringa marinata (inlagd sill), pesci persici, luccio, luccioperca, salmerino, halibut e la famosa aringa acida (dal profumo non proprio delicato!) :D
Indirizzo: Östermalmstorg 11439 



Södermalm
Prendendo la metro rossa Östermalmstorg-Slussen arriviamo a Södermalm, una volta isola bohemien, oggi quartiere dall'atmosfera giovane e informale, ricco di caffè, ristoranti e locali notturni (se ne contano più di 1000) nonchè di moltissimi negozi vintage di moda svedese. Alcuni dei più noti li troviamo nella zona cosiddetta "SoFo" (da South Folkungagatan).
Mosebacke 
Raggiungiamo uno dei punti panoramici a mio parere più belli di Stoccolma, ossia il camminamento sopra l'ascensore di Katarina ... noi eravamo lì con la pioggia, non oso immaginare che vista si possa avere in una giornata di sole! Costruito nel 1935, l'ascensore di Katarina permette ai visitatori di salire fino in cima alla collina di Mosebacke, la "collina di Mosé", dove nel Seicento il panettiere Moses donava pane ai poveri. In estate Mosebacke offre il suo bellissimo terrazzo con vista sulla città, diventando meta post-lavoro di moltissime persone!


E' l'ora della musica ...
Attraversiamo il cimitero della Chiesa di Katarina e raggiungiamo un luogo di culto per tutti i musicisti ... 4Sound, un negozio di batterie e percussioni! Credetemi, chi suona, in un luogo del genere potrebbe letteralmente impazzire (l'ho capito osservando Davide e Raffaele ...) :D



Nytorget
Dopo aver suonato e soprattutto 'sognato' batterie dai prezzi proibitivi lasciamo 4Sound e continuamo a passeggiare tra le case in legno fino ad arrivare a Nytorget nel pieno centro di SoFo, dove si trovano locali attualmente popolari come Urban Deli, Snotty e Pet Sound. In estate la piccola piazza è spesso piena di gente che va a prendere il sole nelle giornate libere :)

Collina "Vita Berget" 
La collina è coronata dalla bellissima Chiesa di Sofia. Come tutte le aree verdi della città in estate il parco diventa un tipico punto di ritrovo per gli abitanti di Stoccolma; qui si trova l'anfiteatro che ospita le annuali rappresentazioni gratuite organizzate, tra giugno ed agosto (tutte le sere!!!), dallo "Stockholms Stadsteatern", il teatro cittadino di Stoccolma. Le rappresentazioni si svolgono in diversi e numerosi parchi cittadini ed è una tradizione amatissima dagli abitanti di tutte le età che si ritrovano ad aspettare l'inizio della rappresentazione con pranzo al sacco, vino o birra :) Alcuni degli anfiteatri, tra cui quello di Vita Berget, possono contenere piú di 2000 spettatori :O


Bondegatan e "Bakverket" 
Passeggiamo lungo Bondegatan, una delle vie centrali di SoFo, fino ad arrivare a "Bakverket" pronti per un'altra "colazione" :D Bakverket è un bar sullo stile di Saturnus, sicuramente più informale e meno costoso. Qui la colazione è contornata dai molti tipi di panini rigorosamente fatti in casa nella panetteria del negozio *_* Noi ci buttiamo sul caffè e su molto altro ...
Indirizzo: Bondegatan 59, Södermalm


Hammarby Sjöstad 
Lasciamo la terra ferma e ci imbarchiamo su un battello gratuito diretto a Hammarby Sjöstad, la "città d'acqua" (poichè sorge sulle rive del lago) ... ne avevamo sentito parlare tantissimo e finalmente eccoci qui! Hammarby Sjöstad nasce dopo il 1990 sulle ceneri dell'area industriale dismessa di Luma; il quartiere, modernissimo nell'architettura, è totalmente ecosostenibile. Circa il 60% dell'energia consumata da ogni appartamento si produce con il riciclo dell'immondizia prodotta dagli stessi abitanti: un tubo sotterraneo aspira i sacchi d'immondizia a 70 Km orari, trasformati subito in energia. Nel cuore del quartiere si trova anche una collina artificiale, Hammarby Backen, su cui d'inverno è possibile sciare ^_^ Per sapere qualcosa di più su questo grandioso progetto vi consigliamo di leggere questo post e di dare un'occhiata al sito www.hammarbysjostad.se



Giardini colonici di Tantolunden
Nati alla fine dell'800 dall'idea della socialdemocratica Anna Lindhagen e della sua amica Anna Åbergsson si diffondono in tutta la Svezia a partire da Malmö e proseguendo per tutto il paese. I "Koloniträdgård" erano piccoli appezzamenti di terra dati in affitto ad un prezzo irrisorio alle famiglie operaie, per dar loro modo di trascorrere del tempo fuori dagli inquinati centri urbani industriali. Ancora oggi l'affitto è relativamente basso, in media 700 Euro l'anno. Per mantenere il cosiddetto "diritto d'affitto" che si ottiene rimanendo in una graduatoria e pagando la piccola cifra annuale, bisogna essere attivi nella manutenzione del proprio appezzamento ... I giardini di Tanto, sulla baia di Arstaviken, sono caratterizzati da piccole case in legno coloratissime e, ovviamente, da centinaia di fiori, alberi, piante ed erbe officinali! La primavera è la stagione ideale per visitarli, quando la natura torna a vivere dopo la lunga pausa invernale, ma credetemi, anche in autunno è un luogo magico, un piccolo angolo di paradiso nel cuore della città ^_^
Tanto è raggiungibile con numerosi autobus, la stazione metro più vicina è Zinkensdamm (linea rossa).



Skogskyrkogården 
Avevamo letto molto su Skogskyrkogården, un cimitero unico nel suo genere, dichiarato Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco nel 1994 e famoso per ospitare la tomba di Greta Garbo. "Il design di Skogskyrkogården accompagna gli stati d'animo del visitatore e il suo dolore. Ad esempio, i vialetti che si percorrono in processione fino alle cappelle sono progettati per preparare lo spirito alla cerimonia funebre. Al termine del funerale, l’imponenza della natura induce alla riconciliazione con il proprio dolore". Oltrepassato l'ingresso ci si trova dinanzi ad un'enorme collina, "il parco della meditazione" sull'Altura degli Olmi, e ad una grande croce in granito. Solo questo. Iniziamo a camminare per il sentiero che attraversa il bosco, abitato all'ombra dei suoi alberi da migliaia di semplicissime lapidi di pietra adornate da coloratissimi fiori. Per la prima volta nella vita ho avuto una sensazione di enorme pace entrando in un cimitero. Nessuna inquietudine, nessuna ansia. Solo tanta pace. In estate le famiglie trascorrono il tempo Skogskyrkogården tra picnic e passeggiate ... se tutto questo può risultare assurdo, andateci, capirete che non è così. Consiglio: sul sito è possibile scaricare una guida in italiano. Come arrivare: linea verde della metropolitana (T-bana) in direzione Farsta strand, fermata Skogskyrkogården 13 minuti da T-centralen.


Il nostro alternative tour finisce qui! Un grande grande GRAZIE va a Davide Borghi per averci fatto scoprire meravigliosi angoli di Stoccolma che da soli non avremmo mai scoperto, per averci fatto vivere la città da viaggiatori e non da turisti, e per aver trascorso con noi una bellissima serata tra birre e Köttbullar :D A nostro parere Davide è una guida eccezionale! Vi lasciamo di seguito i suoi contatti, se siete diretti a Stoccolma e cercate una guida competente ... lui è quello che fa per voi! A proposito, se lo contattate salutatelo da parte nostra ;) 
Email: [email protected]
Tel: 0046 721819971
I post su Stoccolma non finiscono qui ... stay tuned! ;)

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Stoccolma 2

    Stoccolma

    Dopo un primo giorno di sorpresa dell'organizzazione, è arrivato il tempo del fascino che ti ammalia. Questa capitale Scandinava dai molti e complicati volti, s... Leggere il seguito

    Da  Andrea
    VIAGGI
  • Stoccolma 3: Indicazioni pratiche

    Dopo le sensazioni, un paio di note pratiche a futura memoria.Per l'albergo, io sono stato fortunato a trovare una buona offerta per una camera che da singola... Leggere il seguito

    Da  Andrea
    VIAGGI
  • A Stoccolma per un long weekend d'autunno

    Stoccolma long weekend d'autunno

    Il caldo non accenna ad andar via ... e allora sapete che facciamo??? Ce ne andiamo a Stoccolma!!! :D Visiteremo la capitale svedese dal 19 al 23 ottobre,... Leggere il seguito

    Da  Infoturismiamoci
    VIAGGI
  • Stoccolma: dove dormire

    Stoccolma: dove dormire

    Incredibilmente bella vista dalla terra, dall'acqua e dal cielo ... parliamo di Stoccolma, una città che mi sento davvero di consigliare a chi ha in programma u... Leggere il seguito

    Da  Infoturismiamoci
    VIAGGI
  • Stoccolma, dove i mercatini di Natale sanno di magia

    Stoccolma, dove mercatini Natale sanno magia

    Le festività natalizie a Stoccolma sono cariche di magia ed incantesimo. La città, addobbata ed innevata, è resa ancora più bella dalle luminarie e dai... Leggere il seguito

    Da  Yellowflate
    VIAGGI
  • Le assaggiatrici

    assaggiatrici

    di Rosella Pastorino – romanzo vincitore del Premio Campiello 2018 – sono la narratrice, Rosa Sauer detta la berlinese, la rude Elfriede Kuhn, la polemica... Leggere il seguito

    Pubblicato da 9 ore, 22 minuti da   Ilibri
    CULTURA, LIBRI
  • Storia di Nino

    Nino, non aveva mai posseduto un pezzetto di terra, neppure un piccolo orto, che quasi tutti nel paese possedevano dietro casa. Eppure diceva che possedeva tutt... Leggere il seguito

    Pubblicato da 14 ore, 31 minuti da   Cultura Salentina
    CULTURA