Magazine Politica Italia

Aspettando la crescita, crollano i consumi!

Creato il 14 giugno 2012 da Freeskipper @freeskipperIT
Aspettando la crescita, crollano i consumi!Tanti sacrifici, troppi! Tante restrizioni, troppe! Ma soprattutto una valanga di tasse, troppe ed inique! E per che cosa? Per non risolvere un bel nulla? Hanno liquidato persino Silvio Berlusconi in nome dello spread, della crescita e dello sviluppo! E qual'è stato il risultato? Che l'Italia è in recessione, con il Pil in discesa, e i consumi delle famiglie al palo!!! Lo ha rilevato l'Istat mentre l'Ocse ha confermato che il nostro Paese è quello in cui il superindice economico, ad aprile, ha registrato il calo mensile più forte tra i Paesi avanzati: meno 0,18 per cento. L'Istat ha fatto sapere che, nel primo trimestre, il prodotto interno lordo, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è calato dello 0,8% sul trimestre precedente e dell'1,4% rispetto al primo trimestre del 2011 (rivisto al ribasso dall'1,3% della stima preliminare). Si tratta del calo peggiore dal primo trimestre del 2009, quando la contrazione sul trimestre precedente era stata del 3,5%. Per l'andamento del Pil, l'Italia è il fanalino di coda nell'eurozona e rispetto agli Stati Uniti e al Giappone dove è aumentato, rispettivamente, dello 0,5% e dell'1%. Per quanto riguarda la spesa delle famiglie sul territorio nazionale nel primo trimestre, ha registrato una riduzione del 2,4% su base annua e dell'1% sui tre mesi precedenti. Gli acquisti di beni durevoli, come elettrodomestici e auto, hanno subito un vero e proprio crollo: su base annua sono scesi dell'11,8%. Male anche la spesa di beni non durevoli che è calata del 2,3%, mentre gli acquisti di servizi sono diminuiti dello 0,2%.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog