Magazine Cultura

Atina Jazz Festival – Do ut Jazz 2014 : MARCO RINALDUZZI & FRIENDS (20 luglio)

Creato il 11 luglio 2014 da Giovanni Pirri @gioeco

marco_rinalduzzi_doutjaz_n

L’artista promette di far  rivivere con la sua musica, 35 anni di carriera che lo hanno visto suonare dal vivo e in studio con cantanti come Sting, Claudio Baglioni, Antonello Venditti, Riccardo Cocciante, Keith Emerson; oltre ad aver prodotto “giovani promesse” del calibro di Giorgia e Alex Baroni, per i quali è stato anche autore e arrangiatore.

Marco Rinalduzzi, chitarrista, compositore, arrangiatore e produttore, un giorno scopre Jimy Hendrix e arriva il primo shock, che dura fino all’ascolto di John Coltrane e del grande Jazz, passando per la musica classica. Professionalmente nasce come chitarrista, studiando la chitarra classica per tanti anni e suonando nei club romani; in seguito nei locali di tutta Europa e infine sulle navi da crociera. Poi inizia l’attività di session man con moltissimi artisti italiani e internazionali, sia dal vivo che in studio di registrazione: Riccardo Cocciante, Patty Pravo, Nada, Luca Barbarossa, Mina, Lucio Dalla, Ron, Gianni Morandi, Antonello Venditti, Claudio Baglioni, Zucchero, Sting, Keith Emerson, Tony Esposito, Brian Auger, GeGè Telesforo, Mike Francis, con il quale fa acclamatissime tourneè in tutto il mondo. Suona con grandi jazzisti italiani e internazionali come Giovanni Tommaso, Roberto Gatto, Danilo Rea, Maurizio Giammarco, Ben Sidran, Phil Woods. Suona in colonne sonore con grandi maestri e direttori d’orchestra tra cui: Ennio Moricone, Armando Trovaioli, Nicola Piovani, Piero Piccioni, Bruno Canfora, Gianni Ferrio, Peppe Vessicchio (con il quale ha ancora un rapporto speciale, di stima e amicizia), Gianfranco Lombardi, Ritz Ortolani, Vito Tommaso, Tommaso Vittorini, Gianni Mazza, Fabio Frizzi al quale deve un grazie molto speciale per averlo introdotto in questo ambiente. Ha anche l’onore di partecipare a un’edizione dei GOBLIN di Fabio Pignatelli, incidendo un disco cantato in italiano e varie colonne sonore. Quindi arrangia dischi e brani per Mike Francis, GeGè Telesforo (con i quali instaura una grande amicizia e con cui collabora tuttora), Teresa De Sio, Paola Turci, Nada (con Fabio Pignatelli) e quindi arrangia e produce (con la coproduzione di Massimo Calabrese) GIORGIA, componendo insieme a lei e a Massimo Calabrese tutte le canzoni del suo primo disco, compresa “E Poi”. Contemporaneamente viene chiamato da Calabrese e Alfredo Posillipo, a formare il gruppo “della sua vita”, gli “IO VORREI LA PELLE NERA”, un agglomerato di grandi amici e musicisti che formano una famiglia itinerante suonando nella capitale e in Italia per molti anni. In seguito a queste esperienze fonda l’etichetta “I PILOTI”, con Massimo Calabrese. Quindi arriva il grande Alex Baroni, Zenima, Petra Magoni, Alessandro Pitoni, Serena C, Flavia Astolfi, Stefania Calandra, Jacqueline Ferry, Diesis, Monica Hill, Andrea Veschini e moltissimi nuovi giovani talenti. “Ovviamente, è doveroso citare in maniera speciale ALEX BARONI, non solo per ovvii motivi, ma perchè si era instaurato un rapporto speciale fatto di enorme stima reciproca e di grande amicizia dimostrata da 6 anni di lavoro colmato in tre dischi, più di duecento concerti e tanto tempo passato insieme a ridere, scherzare e fare musica. Un pensiero speciale anche per il grandissimo Marco D’Angelo con il quale Marco e Massimo hanno composto quasi tutte le canzoni cantate da Alex. E’ uscito un disco l’anno scorso, intitolati ”C’E’ DI PIU’” con il materiale tenuto da parte in questi anni. La speranza è quella di averlo realizzato al massimo, con grande amore ed emozione, in ogni momento. Grazie ALEX.” Nel 2001, invitato da Michele Torpedine, produce e arrangia un bellissimo concerto di Andrea Bocelli registrato su DVD e distribuito solo negli Stati Uniti, a capo di un gruppo straordinario formato da: Tullio De Piscopo, Danilo Rea, Gigi De Rienzo, Claudio Storniolo, Aiden Zammit e il giovanissimo Davide Aru. Collabora anche in teatro con il suo amico Rodolfo Laganà per le musiche di due spettacoli teatrali di grande successo. Partecipa al progetto lounge di MIKE FRANCIS, Mystic Diversion, registrando 4 pezzi di sua composizione e partecipando alle varie presentazioni live. Partecipa alla registrazione live del disco di Antonello Venditti “CAMPUS” e al lunghissimo tour che segue. Intanto continua la sua attività di session man, di arrangiatore e di produttore artistico. Nel 2006 partecipa alla bellissima avventura di ‘O ‘SCIA’ invitato da Claudio Baglioni a Lampedusa e suona con tutti gli artisti che hanno partecipato. Invitato dal maestro Peppe Vessicchio, fa parte dell’orchestra della trasmissione “AMICI” e da qualche anno suona e realizza molte delle canzoni comprese nei numerosi dischi pubblicati. Ha un’intensa attività live nei club della Capitale, specialmente al ”THE PLACE” di Antonio Pascuzzo. Finalmente ha il suo nuovissimo studio: lo “STUDIO OMAR”, situato nella splendida campagna della Tuscia, tecnologicamente ai massimi livelli. Nel 2008 ha prodotto e arrangiato il primo disco di Ilaria la giovanissima artista che ha brillantemente partecipato al primo X-FACTOR. Produce e arrangia il disco di AMII STEWART e nel 2008 collabora nuovamente con Giorgia partecipando a tutta la promozione del disco triplo “spirito libero, viaggi di voce”, una raccolta di tutti i suoi successi. Da un paio di anni ha fondato la sua nuova etichetta la RINALDO MUSICA S.R.L., con cui ha preso forma un nuovo progetto chiamato: “QUARTETTO NAZIONALE (senza filtro)” composto da Marco stesso con Marco Siniscalco al basso, Marcello Surace alla batteria e Alessandro Centofanti. Sound fresco che parla di Blues, Rock, Jazz fino al rock progressive. Segui l’evento su FACEBOOK
https://www.facebook.com/events/778716818839675/ CLICCA SULL’IMMAGINE CHE SEGUE PER TORNARE AL CARTELLONE COMPLETO DELLA MANIFESTAZIONE

cartellone_atina_jazz_festival_n



Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog