Magazine Cultura

Atomik Clocks – Magdan in Charleroi

Creato il 08 novembre 2012 da Jesusmile

Atomik Clocks – Magdan in CharleroiEtichetta: Hysm?Genere: sperimental funk punk
Devo dire che con questa recente produzione, Magdan in Charleroi dei fiorentini Atomik clocks, la Have you said midi? si è davvero superata. Basso, batteria e sassofono producono un sound che travalica l’abusato concetto di funk che si rivela limitativo nel loro caso. È come se prendessimo gli abbandoni drogati degli Spaceman 3, li facessimo fare a cazzotti con gli assoli freschi e maestosi di Miles Davis, in bikini e con tanto fango, e dall’altra parte l’eclettismo bulimico di John Zorn a fare da paciere. Robotic prostitute in heat, Psycho bones o La stagione degli amori sono solo alcuni esempi di come gli Atomik clocks iniettino nella matrice classica del jazz umori esistenziali di bianchi alla deriva, trasandati suoni asimmetrici ed hardcore, mutando e trasfigurando le trame originarie. Il resto dei brani sono dei forti acquazzoni, verboso pleonasmo, che acquazzone significa già pioggia forte e intensa, ma torniamo a noi: sarà che stamattina sono iniziati i lavori in casa e mi è sembrato di essere stato svegliato dagli Einsturzende Neubauten in persona e quindi ho bisogno di roba forte per riprendermi, ma a me sto disco fa impazzire.Consigliato agli scoppiati nevrotici…ma anche a tutti gli altri.
www.atomikclocks.bandcamp.comwww.haveyousaidmidi.blogspot.itClov

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine