Magazine Gossip

Bagno di sangue umano per lady gaga.

Creato il 12 gennaio 2012 da Cily @cilyhairstylist
Lady Gaga fa il bagno nel sangue umano?

Elisabetta Malvagna ROMA Non c'è niente da fare: volente o nolente, Lady Gaga è un vero genio della comunicazione. E così, anche se in realtà risale a sei mesi fa, la notizia – o è una bufala? – di Miss Germanotta che avrebbe fatto un bagno nel sangue umano, sta rimbalzando sui siti di tutto il mondo. Ed è giallo. Del sanguinolento bagno della popstar si parla per la prima volta il 26 settembre 2011. Giorno in cui sul sito di Truthquake News appare un «servizio esclusivo» incentrato sul racconto di una cameriera dell'hotel Intercontinental di Londra. La ragazza rivela di aver trovato nella vasca da bagno della lussuosa suite occupata da Lady Gaga a luglio abbondanti tracce di sangue. Ma perché raccontarlo solo due mesi dopo? La cameriera racconta a Truthquake di aver subito informato il portiere dell'albergo, Andrea Miller. E aggiunge che le viene detto di «cancellare dalla sua mente l'episodio». Il nome della donna, riferisce sempre il sito, viene trattenuto da Scotland Yard per proteggerla. Ma proteggerla da cosa? Il mistero si infittisce. Naturalmente i media si sono buttati a pesce su quella che potrebbe essere una trovata pubblicitaria, una leggenda metropolitana o una delle tante bufale che riguardano le celebrities. Nei giorni scorsi la "notizia" è stata, chissà perché, rilanciata e amplificata. Secondo varie fonti, comunque, non ci sarebbe nessun mistero né rito satanico: il sangue non sarebbe altro che un colorante di uno degli eccentrici costumi di scena della Germanotta. Ma da più parti si fa riferimento alle accuse mosse in passato a Lady Gaga di essere legata alla setta degli Illuminati e di praticare riti satanici e sacrifici umani. In realtà – a parte qualche truculento video – sulla sua passione per il sangue umano non c'è nulla di certo.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazine