Magazine Tecnologia

Bill Fernandez Condivide Dettagli Su Steve Jobs (E Non Solo)

Creato il 06 dicembre 2014 da Beiphone

Steve Jobs e Steve Wozniak sono largamente riconosciuti come le menti maggiori dietro la realizzazione di Apple Computer, ma ci sono stati anche altri impiegati chiave nei primi anni della compagnia che hanno aiutato a stabilire quella che adesso è una delle compagnie più preziose del mondo.

fernandez-with-apple-i

Bill Fernandez con un Apple I

TechRepublic ha da poco pubblicato una intervista approfondita con Bill Fernandez, che è stato il primissimo impiegato di Apple alla creazione effettiva della compagnia, nel 1977. Fernandez, che ha aiutato a costruire i primi computer Apple I e Apple II e ha presentato Wozniak a Jobs, ha deciso di condividere alcuni dettagli sul lavoro di un giovanissimo Steve Jobs nei primi giorni di Apple.

Fernandez, cresciuto nel cuore della Silicon Valley, è stato compagno di Steve Jobs alle scuole medie, e lo ha descritto come “Nerd, socialmente inetto e intellettuale”, definendo tuttavia quelle caratteristiche come le “qualità” che hanno permesso ai due di sviluppare una profonda amicizia.

In più, nessuno dei due era interessato alle basi superficiali su cui gli altri bambini basavano le proprie relazioni, e non avevamo alcun interesse nel vivere vite vuote solo per essere accettati. Proprio per questo, non avevamo molti amici.

Jobs avrebbe apparentemente speso parecchio tempo a casa di Fernandez, decorata in un “meticoloso stile Giapponese” al quale Fernandez dà credito per l’interesse di Jobs nel design minimalista. Fernandez era anche un amico molto intimo di Steve Wozniak e fu proprio lui a presentarlo a Steve Jobs, dando il via alla più che nota partnership tra i due. Dopo la fondazione di Apple da parte di Woz e Jobs, Fernandez fu assunto come tecnico elettronico e divenne il primo, ufficiale impiegato a tempo pieno.

Stando a Fernandez, il suo primo ruolo nella compagnia fu quello di disegnare il primo schema completo dell’Apple II dopo la descrizione sommaria del design da parte di Wozniak, per poterlo standardizzare per la produzione. Lo schema sarebbe poi stato usato per costruire l’Apple II, facendo la Storia a tutti gli effetti.

Quando Woz disegnava qualcosa, buona parte del Design in questione era nella sua testa. Gli unici documenti di cui aveva bisogno erano alcune pagine di note e schizzi che gli ricordassero l’architettura generale ed eventuali parti un po’ più macchinosa. Ciò di cui aveva bisogno la compagnia era uno schema completo che mostrasse esattamente tutti i componenti e com’erano collegati tra loro.

Man mano che i computer Apple diventavano sempre più popolari, la compagnia iniziò ad ingaggiare sempre più impiegati per scalare la propria via verso la vetta. Nonostante la sua posizione come uno dei primissimi impiegati, Fernandez, come tecnico, non fu in grado di avanzare nella compagnia e non gli vennero offerti dei titoli in Borsa. “Non c’era possibilità di carriera per me”, ha detto, aggiungendo che non è passato molto tempo prima che diventasse annoiato e insoddisfatto del suo lavoro.

Senza prospettive per un avanzamento di carriera, Fernandez lasciò Apple solo 18 mesi dopo aver iniziato a lavorare per la compagnia. È poi tornato come membro dello staff di tecnici dopo aver speso un po’ di tempo in Giappone, e si mise al lavoro sul primo Macintosh. Sebbene non gli siano mai stati donati titoli veri e propri, Wozniak gli donò una parte delle sue azioni esattamente come aveva già fatto per molti dei primi impiegati, inclusi Chris Espinoza e Daniel Kottke.

Potete trovare l’intervista completa di Fernandez, in lingua Inglese, direttamente su TechRepublic.

Fonte: MacRumors


Potete seguirci tramite Twitter, Facebook, Google Plus oppure tramite Feed e potete scaricare la nostra App BeMobile per essere sempre aggiornati sulle ultime news che riguardano l’iPhone, iPad, Mac, Cydia e Jailbreak. Per Supporto o Assistenza, visitate il nostro Forum.


L'articolo Bill Fernandez Condivide Dettagli Su Steve Jobs (E Non Solo) può essere letto su Beiphone.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog