Magazine Cucina

Bollire le uova

Da Larosadisaron
Le uova sono uno degli alimenti più versatili che si trovi in natura poichè, utilizzandole, si riescono a preparare le più svariate portate di un menù: dall’antipasto, al primo terminando col dolce.
Le uova più utilizzate e consumate sono quelle di gallina che posseggono un notevole potere nutrizionale perché ricche di grassi, Sali minerali e grassi.
Nonostante i metodi di cottura delle uova siano molteplici, stavolta ci soffermeremo su quella più semplice: la cottura in acqua con il guscio con la quale si ottengono le uova “a la coque”, “barzotte” e “sode”.

Bollire le uova1. se intendete preparare delle uova sode o alla coque, la prima cosa da fare è di praticare un forellino all’estremità più arrotondata dell’uovo, con uno spillo, in modo che l’aria in esso contenuta riesca a fuoriuscire senza rompere il guscio.

Bollire le uova
2. IImmergete le uova in una pentola di acqua bollente, abbassate leggermente la fiamma e lasciate bollire fino al grado di cottura desiderata.
se decidete di utilizzare uova a temperatura ambiente, ricordatevi che avranno un tempo di cottura leggermente più breve rispetto alle uova appena tolte dal frigorifero.
.

Bollire le uova
3. Il tempo di cottura delle uova si calcola dal momento in cui si immergono nell’acqua bollente: nell’immagine proposta, l’uovo è stato cotto per 3 minuti quindi il tuorlo risulterà abbastanza morbido e l’albume molto rappreso.

Bollire le uova
4. Nel caso dell’uovo alla coque, la cottura sarà di 4 minuti ed albume e tuorlo risulteranno ancora più rappresi.
Solitamente, una volta cotto, l’uovo alla coque viene posizionato su un porta uovo e delicatamente aperto sulla parte superiore.

Bollire le uova
5.Se si continua la cottura per 8-10 minuti, le uova iniziano a rapprendersi fino a diventare sode.
In questo caso le uova vengono tolte dalla buccia e tagliate a spicchi o a metà

Bollire le uova
6. La cottura delle uova può essere differente: in questa immagine, l’uovo è stato fatto bollire per 6 minuti dando origine al cosiddetto uovo “barzotto” che si riconosce per il suo tuorlo abbastanza sodo da poter essere tagliato ma ancora piuttosto morbido.

Bollire le uova
7. Se le uova vengono cotte per 8 minuti avranno il tuorlo abbastanza morbido nella parte centrale e di un bel giallo brioso.
Questa cottura è l’ideale per la preparazione di piatti con le uova sode.

Bollire le uova
8. Dopo 10 minuti di cottura, le uova hanno il tuorlo completamente rappreso ma mantengono ancora un bel colore brillante.
Ricordatevi di non cuocere mai le uova più di 10 minuti poiché il tuorlo diverrebbe molto duro all’interno e verdognolo all’esterno.

Bollire le uova
9. Volendo raffreddare rapidamente le uova appena tolte dall’acqua bollente, potete immergerle in una bacinella con ghiaccio ed acqua prima di sgusciarle.
Oltre a bloccarne la cottura, l’acqua fredda favorirà l’eliminazione delle buccia che non si attaccherà all’uovo.

Consiglio
in media, un uovo può essere conservato per circa 3 o 4 settimane ma, per essere certi della loro freschezza, ci sono degli accorgimenti da seguire:
- scuotendo l’uovo questo non deve produrre alcun rumore
- se immerse in un bicchiere d’acqua in cui è stato sciolto un cucchiaio di sale, devono andare a finire sul fondo
- il bianco deve risultare molto denso e tenere in sospensione il tuorlo: se le due componenti risultano essere staccate, significa che l’uovo non è più fresco.
fonte:Giallozafferano

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines