Magazine Cucina

Border – Grazia Bomba

Da Gialloecucina

Border – Grazia BombaTrama

Italia, pieni anni Settanta.

Gioia, affascinante figlia di un politico di spicco, è un’adolescente in guerra con la falsità e il moralismo che impregnano la sua famiglia e buona parte del suo entourage. Confonde a volte libertinaggio e libertà, arroganza e conoscenza, ma non aver perso la sua ingenuità le costerà la vita.
Aradia ha scelto di entrare in polizia, dove ha un ruolo di ispettore capo. Scelta non facile, frutto di un conflitto di identità irrisolto con una famiglia un tantino bizzarra. Indagare sulla vittima la riporterà a casa, “sottorete, lì dove succede tutto” e a iniziare un percorso di rivalutazione della propria esistenza. Finirà per capire è che solo ai confini, dove le regole sono aleatorie e sospese, che si può ritrovare se stessi.

Recensione a cura di Elio Freda

Romanzo d’esordio veramente notevole questo di Grazia Bomba in cui si alternano le vicende di vittima e di chi indaga sulla sua morte in una sorta di “inseguimento” temporale. Man mano che si procede nella lettura si apprende ciò che è stato e gli elementi che guideranno l’ispettrice sino alla scoperta della verità. Un ritratto di due donne diverse tra loro, un confronto generazionale che apre diversi spunti di riflessione. Sullo sfondo gli anni di piombo, con tutto ciò che il periodo storico ha comportato.
Una narrazione carica di ritmo, forse a tratti troppo essenziale ma comunque in grado di incuriosire e di spingere a voltare pagina. A voler cercare un neo, la quantità di personaggi mi è sembrata un tantino eccessiva e la mancanza di una caratterizzazione oltre al nome stesso, ha fatto si che talora dovessi tornare indietro per riprendere le fila.

Peccato veniale per quello che considero comunque un buon lavoro e che vi consiglio di leggere.

Dettagli

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 683 KB
  • Lunghezza stampa: 235
  • Editore: Enzo Delfino Editore (14 luglio 2015)
  • Venduto da:Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines