Magazine Altri Sport

Brian Cookson nuovo presidente UCI

Creato il 28 settembre 2013 da Worldxcmtb @WorldXCMTB

Brian Cookson è il nuovo Presidente dell'UCI rimpiazzando Pat McQuaid il quale, nonostante tutte le cose negative fatte dal 2005 ad oggi, ha ottenuto 18 voti contro i 24 di Cookson rischiando di rimanere alla presidenza dell'UCI per un altro mandato.

Si chiude quindi un ciclo che si era aperto agli inizio degli anni 90 con l'olandese Verbruggen (presidente dal 1991 al 2005) e poi proseguito con McQuaid. Gli anni di McQuais sono stati anni bui, di scandali e accuse, fino ad arrivare alla confessione di Armstrong a Gennaio il quale ha lasciato intuire che all'interno dell'UCI c'era qualcosa che non andava e bisogna fare marcia indietro.

Cookson è il presidente della federazione inglese dal 1996 e si sa come la Gran Bretagna sia cresciuta in questi ultimi anni con strutture ed investimenti a favore del Ciclismo. Cookson ha riferito: "Il ciclismo ha perso la credibilità della gente. Con me non ci saranno compromessi privati, affari o valigette. Con me il ciclismo avrà una nuova voce. Vedo in voi un grande amore per il ciclismo. La mia priorità sarà creare una struttura antidoping completamente indipendente (anche se la Fondazione antidoping diretta da Francesca Rossi lo è già, ndr). Mi dite che Armstrong ha twittato "alleluia"? Lunedì chiamerò la Wada, dobbiamo instaurare al più presto una commissione riconciliazione per far luce sul passato: anche Armstrong è invitato a partecipare. Credibilità vuol dire aprire le porte a nuovi contratti con le tv e garantire maggiore visibilità al movimento, in particolare anche a quello femminile".

Brian Cookson nuovo presidente UCI

Ecco la composizione del nuovo Comitato Dirigenziale dell'UCI con all'interno anche il nostro Renato Di Rocco.
Belmahi Mohamed (MAR) 
Plant Mike (USA) 
Di Rocco Renato (ITA) 
Lopes Artur (POR) 
Makarov Igor (RUS) 
Müftüoglu Emin (TUR) 
Pedersen Peder (DEN) 
Stetina Marian (CZE) 
Van Damme Tom (BEL)


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines