Magazine Cultura

Carenvale in Catalogna: tre luoghi sconosciuti

Creato il 07 febbraio 2013 da Witzbalinka

Il Carnevale, o Martedì Grasso, viene festeggiato in diversi modi in tutto il mondo. Ogni comunità autonoma della Spagna lo festeggia a suo modo e siccome la grande festa si avvicina ancora una volta, parliamo di tre città della Catalogna dove il carnevale è un´avventura da vivere.

 

carenvale-in-catalogna

Vilanova i la Geltrú

Questa cittadina si trova appena a sud di Barcellona e i festeggiamenti del Carnevale di questa località affondano le loro radici nella tradizione antica. La città esce in massa per festeggiare, e se si può fare a Vilanova i la Geltrú, sarà un´esperienza indimenticabile.

Cosa rende così speciale di Carnevale di Vilanova i la Geltrú? Qui il Carnevale si festeggia con le caramelle. Le lotte cominciano senza una ragione apparente e in pochissimo tempo il tutto viene ricoperto da montagne di meringhe e altri dolci I festeggiamenti iniziano il Giovedi Santo (Jueves Ladero), il giovedi prima della Quaresima, e proseguono per diversi giorni. Ma La Meringada di sabato è decisamente la migliore. 

Naturalmente la baldoria inizia presto a Vilanova i la Geltrú. Il sabato prima del Giovedi Santo, si tiene un pre-carnevale con una danza tradizionale scialle. Questo evento mette tutti nello spirito carnevalesco. 

I festeggiamenti si svolgono in pieno il giovedì, quando la città festeggia e condivide la “Xatonada”, un pasto quaresimale tradizionale composto da insalata e baccalà servito in una salsa di peperoni rossi, mandorle e aglio. Una volta che il pasto è finito, inizia il lancio della meringa.

“Arribo” inizia venerdì, quando il Re Carnevale, “Carnestoltes”, viene accolto da un corteo mascherato per strada. Sabato arriva “Moixo Foguer”, il personaggio di unostrano uccello umano, spalmato di miele e coperto di piume. I “Mascarots” sono persone mascherate che passeggiano per strada e ognuno cerca di indovinare l´identità degli altri cercando di non essere riconosciuto. 

La domenica è il giorno simbolo del Carnevale di Vilanova i la Geltrú. Le strade della città si riempiono con sfilate tradizionali e spettatori. Più di 70 associazioni partecipano a sfilate di coppie danzanti, e ogni associazione è presieduta da sua bandiera unica. Circa 6.000 uomini, donne e bambini prendono parte alle sfilate di chiusura, ciascuna eseguendo la danza della loro associazione.

 

Carnevale di Solsona

Ubicata centro della Catalogna, Solona ospita un carnevale dalle tradizioni particolari: un asino impagliato appeso al campanile. Secondo la leggenda, una volta c´era una notevole quantità di erba sulla cima della torre e con l´intenzione di sbarazzarsene, gli abitanti della città decisero di prendere un asino che mangiasse l’erba. Tuttavia, poiché la scala era molto stretta e l’animale non riusciva a salire, le persone decisero di “aiutare” l’asino mettendogli una corda al collo per poterlo tirare su. Si può solo immaginare la fine della storia.

Da allora un asino farcito è uno dei protagonisti principali del carnevale insieme a giganti folli, musica dal vivo e concerti di strada che animano le strade per una settimana intera. Il carnevale inizia il Giovedì Santo e termina il Mercoledì delle Ceneri.

 

Carnevale di Tarragona

A Tarragona il carnevale è una tradizione direttamente ereditata dai romani. È una festa che inizia martedì 5 febbraio e dura una settimana. Costumi eleganti, deliziosi cibi tradizionali e sfilate colorate sono gli elementi principali di questa splendida festa.

Il rituale principale del carnevale è la costruzione di una botte gigante di legno, che segna di fatto l´inizio di tutta la manifestazione che include concorsi costume, sfilate, balli, musica dal vivo e via gioca a incantare, mentre conosci una delle città più tradizionali in Catalogna.

 


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines