Magazine Cinema

Cenerentola e gli 007 nani (2007)

Creato il 12 agosto 2013 da Suerte77
Cenerentola e gli 007 nani (2007)Premessa importante: i nani del titolo hanno una parte veramente marginale e questo si spiega con l'assurda scelta da parte della distribuzione italiana di cambiare sempre (o quasi) i titoli originali. Il film è per molti aspetti originale in quanto mostra come in realtà il lieto fine delle fiabe che noi tutti conosciamo sia frutto delle azioni di un mago preposto al controllo dell'andamento delle fiabe stesse. Egli (molto ispirato alla figura del Merlino de La spada nella roccia) all'interno di un'alta torre di un castello fiabesco controlla che la bilancia del Bene e del Male sia sempre in equilibrio, facendosi aiutare da due buffi personaggi, Mambo e Munk. Quando il mago parte in vacanza in Scozia la situazione precipita in quanto la matrigna di Cenerentola ruba lo scettro del potere a Mambo e Munk e stravolge l'andamento di tutte le fiabe, facendo convergere l'ago della bilancia verso il Male. A questo punto spetta a un'atipica Cenerentola dai capelli cortissimi e al servo di corte Rick (da sempre innamorato di lei) rimettere la situazione a posto. L'originalità finisce qui infatti ormai siamo abituati a vedere stravolgere i canoni delle fiabe disneyane. Shrek è stato il primo celebre esempio di come si possa trasformare l'orco in principe e il principe in idiota. Ne abbiamo riso nel primo film fino ad averne piene le tasche nell'ultimo, autocelebrativo e noiosissimo episodio. Qui si ride di meno e si mantiene un certo rispetto nei confronti degli originali (bella la scelta di introdurre un personaggio così poco noto come Tremotino). I cattivi non sono poi così cattivi e i buoni sono meno buoni di come si potrebbe pensare. Non mi è piaciuta la grafica che ricorda troppo da vicino i filmazzi televisivi di Barbie principessa, bellissimo (come sempre) il doppiaggio italiano che è talmente ben fatto da permettere di capire la storia anche chiudendo gli occhi e lasciandosi trasportare dai diversi registri espressivi e dalle intonazioni di voce.Non è un capolavoro ma piacerà tanto ai bambini.Voto 6

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazines