Magazine Attualità

Che cosa scrivere nel business plan: un modello

Da B2corporate @b2corporate
Quando si scrive un business plan occorre seguire uno schema logico ben strutturato. Qui di seguito si riporta un modello di struttura focalizzato su quattro principali punti: l'executive summary, Impresa, Progetto, il Piano economico finanziario
Che cosa scrivere nel business plan: un modello
L’Executive summary
Nella sezione definita “Executive summary” occorre riportare una breve ma efficace sintesi (massimo di due/tre pagine) dei contenuti del Business Plan che verranno poi approfonditi in seguito. Tale sezione rappresenta una sorta di “anteprima” di quelli che saranno i contenuti analizzati in dettaglio nelle apposite sezioni in cui il documento è articolato.
Trattandosi, tuttavia, di una sintesi, è opportuno selezionare i “contenuti-chiave” del piano da riportare in questa sezione. A tale riguardo è necessario che compaiano:
a)    la descrizione sintetica dell’azienda, limitandosi alla denominazione sociale, all’attività svolta (prodotti realizzati o servizi erogati e mercati serviti), ai dati maggiormente significativi (fatturato e numero di dipendenti) in grado di delinearne la dimensione e la recente evoluzione;
b)    la descrizione sintetica del progetto, in cui risultino evidenti, oltre ai contenuti e agli obiettivi del progetto stesso, le principali azioni che si intende porre in essere per la sua realizzazione e i principali risultati attesi. In particolare, del progetto devono essere segnalati gli elementi maggiormente caratterizzanti, originali e distintivi che ne influenzano la validità prospettica. Quanto alle azioni realizzative si tratta di descrivere in termini sintetici le principali direttrici d’azione tramite le quali si intende dare attuazione al progetto. Infine, per quanto riguarda la presentazione dei risultati attesi, è necessario indicare la probabile evoluzione dei principali indicatori di performance e, ove possibile, esprimerli non solo in termini economici (ad es. livello di ricavi e di utile attesi, flussi di cassa, investimenti, etc.), ma anche in termini competitivi (ad es. incremento previsto della quota di mercato, nuovi mercati coperti, elementi differenziali in ambito produttivo, etc.).
L’impresa
Descrizione dell’impresa
L’offerta
Il mercato target
Il sistema competitivo allargato
Le strategie
Le scelte operative
 Il progetto
Descrizione del progetto
Analisi SWOT
Impatto del progetto sull’azienda
Il piano economico-finanziario
Introduzione
Il conto economico
Lo stato patrimoniale
Il rendiconto finanziario
I legami tra le tavole previsionali
Gli indici di bilancio
Se vuoi seguire un caso pratico di business plan redatto step by step, fai riferimento all'ebook "il Business Plan a regola d'arte" a cura di Maurizio Nizzola.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :