Magazine Ciclismo

Ciclismo Cresce l'attesa per il Giro d'Italia 2010, sarà spero uno spettacolo stupendo

Creato il 28 aprile 2010 da Alessandro
Sabato 8 maggio scatterà il Giro d'Italia 2010 da Amsterdam in Olanda e gli appassionati di ciclismo non vedono l'ora che parta.
La corsa rosa a mio giudizio è sempre stata bellissima a mio giudizio al di là dei vincitori, degli eventuali scandali doping, delle cadute a volte rovinose dei corridori.
Per tre settimane tutto ne parlano, anche chi pare non interessarsi al ciclismo, le città e i paesi sedi d'arrivo, o di partenza, od anche solo di passaggio della corsa si vestono a festa per fare bella figura, onorate da questo spettacolo meraviglioso.
Tantissima gente sulle strade pronta ad applaudire tutti i corridori senza distinzione di squadra o di nazionalità o di tifo.
Per non parlare delle tappe di montagna laddove ritengo il ciclismo diventa fatica per i partecipanti alla corsa, ma anche pura poesia per le imprese dei grandi campioni: Coppi, Bartali, Gaul, Motta, Gimondi, Merckx, Moser, Saronni, Pantani, Simoni e tanti altri.
E c'è anche chi non si perde una tappa davanti al televisore, perchè non si può perdere nemmeno una pedalata, in quanto potrebbe essere quella che decide la corsa.
Da quando ero bambino ad adesso il Giro esercita su di me un fascino immutato, aspetto le tappe, se posso mi reco ad un arrivo o ad una partenza e scatto fotografie, se sono a casa aspetto la sigla d'apertura per poi cantarla.
La migliore sigla d'apertura del Giro è stata a mio giudizio quella cantata da Luciano Pavarotti, con meravigliose immagini a fare da sfondo, poi autentiche perle sono state realizzate da Paolo Belli, Paolo Conte ed Enrico Ruggeri.
Inoltre ne resterà per sempre anche una cantata da Marco Pantani, che ci ha lasciato troppo presto.
Buon Giro ed in bocca al lupo a tutti i corridori partecipanti.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :