Magazine Lifestyle

Cicliste metropolitane

Creato il 07 novembre 2012 da Torinostyle @Torinostyle
Cicliste metropolitane
L'aumento del prezzo di benzina, bus e parcheggi vi ha trasformato in cicliste metropolitane? A grande richiesta delle nostre affezionate lettrici, ecco un post sullo chic in bici, che non solo è possibile, ma è anche molto più facile di quello che si pensi! La domanda ricorrente è: per spostarsi in città in bici bisogna vestirsi sportive? Se non state correndo la crono decisiva per aggiudicarsi il Giro d'Italia la risposta è nooooo!
Cicliste metropolitane Cicliste metropolitane
sportiva o modaiola, qual'è il tuo look in bici? Cicliste metropolitaneCicliste metropolitane Cicliste metropolitaneCicliste metropolitane foto via The Sartorialist                    
Bici ed equipaggiamento sono fondamentali; a meno che stiate allenandovi per la maglia a pois, sconsigliamo bici da corsa e mountain bike e per orientarsi su una classica bici da città. 

Borse e cestini
Indispensabile avere in dotazione almeno un cestino - elegantissimo quello in vimini, più pratica la versione in metallo - è indispensabile per evitare di circolare con borse e sacchetti appesi al manubrio. Top dello chic è Cestì di Fara Collection, la borsa su misura per il cestino per custodire borsetta e compere o da usare direttamente come maxi bag. Se non siete addicted dello shopping in bici, potrete limitarvi anche a una semplice tracolla. 

Cicliste metropolitane

Cestì di Fara Collection


Mollette, pinze & Co.  
Le bici non sono amanti dei pantaloni, si sa. La gonna è quindi la soluzione più pratica, alcuni modelli però fanno "vela" tendendo ad alzarsi, la nostra soluzione casalinga è attaccare un paio di mollette da bucato alle estremità così da creare un peso (un po' come per le tovaglie da giardino). Le perfezioniste e le amanti del fai da te potranno sfruttare le lunghe serate invernali per personalizzarle con decorazioni a piacere.
Cicliste metropolitane

Flared jeans  e pantaloni possono diventare i peggiori nemici della catena, ci sono voluti anni di jeans pizzicati, macchie indelebili di grasso e pit stop non programmati per catena a terra (conseguenza del jeans pizzicato), per cedere alla pinza da pantaloni. Ne ho due versioni: una nera, mimetica e stilosissima (praticamente non si vede, si mette e toglie in un attimo), un'altra giallo fluo, non altrettanto stilosa ma dopotutto quest'anno fluo non era di moda? Mi hanno letteralmente cambiato la vita (ho scoperto l'acqua calda?!) e le consiglio a tutti!
Cicliste metropolitane
 
Cicliste metropolitane
 
Tacchi? Liberi tutti!
L'esiguo numero di passi tra il parcheggio della due ruote e la meta rimette in gioco tutti i tacchi con cui sarebbe impensabile affrontare il percorso ad ostacoli: sanpietrini, acciottolato, scale mobili, tram, ecc... Pedalare di punta (senza buttare giù il tallone come una novella Paola Pezzo) libererà finalmente le vostre scarpe preferite dalla prigionia della scarpiera.
Cicliste metropolitane

Accessori

Soprattutto in inverno è necessario coprirsi bene (ma non troppo, per non arrivare alla meta in un bagno di sudore), potremo dunque sbizzarrirci con cappelli, sciarpe e guanti, da evitare però i modelli in lana e pile che rendono la presa scivolosa, via libera alla pelle. 
Cicliste metropolitane

Anche le dive vanno in bici, non vi resta dunque che scegliere tra gonna o pantaloni,  voi che cosa preferite? Qui sotto trovate le nostre proposte.
bici 1

bici2



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine