Magazine Società

Cina: lavoratori della Foxconn minacciano suicidio di massa

Creato il 12 gennaio 2012 da Paopasc @questdecisione

Cina: lavoratori della Foxconn minacciano suicidio di massa

imagesource utopianist.com

150 lavoratori della cinese Foxconn, un'azienda che produce materiale elettronico per marchi internazionali come Apple, Nintendo e Sony, minacciano un suicidio di massa se non vedranno migliorate le loro condizioni di lavoro. Ne dà notizia il Telegraph. Il tasso di suicidi in questa azienda è molto alto: nel 2010 18 lavoratori si sono gettati in gruppo dal tetto dell'edificio dell'azienda e 14 sono morti.Quest'ultima protesta è iniziata dopo la decisione della Foxconn di spostare 600 lavoratori in un'altra linea produttiva. Uno dei lavoratori che protestano afferma
"The assembly line ran very fast and after just one morning we all had blisters and the skin on our hand was black. The factory was also really choked with dust and no one could bear it," he said.
 "La catena di montaggio correva molto veloce e dopo un solo giorno avevamo tutti le vesciche e la pelle della mano era neraInoltre, in  fabbrica si era  soffocati dalla polvere e nessuno poteva sopportarlo"
Nonostante alcuni rapporti interni affermino che la società è molti avanti rispetto ai concorrenti nelle forme di tutela, il 5% dei suoi  lavoratori se ne va ogni mese.Un portavoce dell'azienda ha affermato che 45 dei lavoratori che protestavano si sono licenziati e gli altri sono ritornati al lavoro e ha concluso dicendo Il benessere dei nostri dipendenti è la nostra più grande priorità, che assomiglia troppo a una frase di un film comico del passato per essere credibile.Le grandi crescite economiche, specie nei paesi senza tradizioni industriali alle spalle, avvengono spesso, per non dire sempre, sotto queste condizioni. E' un prezzo abnorme da pagare: vite umane in cambio di un'abnorme crescita economica. Ancora non si è capito però se è una strada obbligata o ci sono vie alternative.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Cina stato etico? Oh sì…

    Cina stato etico?

    Sono ormai passati secoli dalla Grande Muraglia, decenni da Mao e dalla sua Rivoluzione Culturale, lustri dall’anonimo rivoltoso che cercò di fermare i carri... Leggere il seguito

    Da  Nicola Mente
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • Cina: Mistero nel deserto

    Cina: Mistero deserto

    Delle persone che monitorano costantemente Google Earth, sorvolando il deserto cinese, si sono imbattute, per caso, in una imamgine molto strana. La figura... Leggere il seguito

    Da  Tnepd
    SOCIETÀ
  • Strane megastrutture in Cina

    Strane megastrutture Cina

    Cosa sono le strutture gigantesche in Cina visibili in Google Maps?L’articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Leggere il seguito

    Da  Tnepd
    SOCIETÀ
  • Orizzonte Cina novembre 2011

    E' disponibile il numero di novembre di Orizzonte Cina, il mensile targato IAI dedicato alle relazioni internazionali e alle dinamiche socio-economiche della... Leggere il seguito

    Da  Prospettivainternazionale
    POLITICA INTERNAZIONALE, SOCIETÀ
  • Nepal: la Cina s’allontana

    Nepal: Cina s’allontana

    Era tutto pronto per la storica visita di Wen Jiabao (primo ministro cinese) in Nepal, ieri cancellata da Pechino (forse ri-programmata per l’inizio di gennaio). Leggere il seguito

    Da  Cren
    POLITICA, POLITICA INTERNAZIONALE, SOCIETÀ
  • Orizzonte Cina dicembre 2011

    E' disponibile il numero di dicembre di Orizzonte Cina, il mensile targato IAI dedicato alle relazioni internazionali e alle dinamiche socio-economiche della... Leggere il seguito

    Da  Prospettivainternazionale
    POLITICA INTERNAZIONALE, SOCIETÀ
  • La Cina in Inghilterra

    Cina Inghilterra

    Tra le capitali europee che non conoscono flessioni nel volume di turisti annuo Londra sta sicuramente ai primi posti. L’afflusso di visitatori da tutto il mond... Leggere il seguito

    Da  Apietrarota
    ATTUALITÀ, INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ