Magazine Cinema

City of life and death - Chuan Lu (2009)

Creato il 17 gennaio 2011 da Lakehurst
(Nanjing! Nanjing)
Visto in Dvx, in lingua originale sottotitolato in inglese.

Un altro film di regime, su un’altra guerra. La Cina mostra i suoi muscoli cinematografici e fa vedere che riesce a fare i kolossal pure lei, e nel frattempo sputa un po di veleno contro i giapponesi.

Il film mostra l’invasione di Nanchino da parte dei giapponesi durante la seconda guerra mondiale e di tutte le atrocità compiute su una popolazione inerme, ma orgogliosa…

Il film è esteticamente ottimo, con un intenso bianco e nero ed una ricostruzione degli esterni da far impallidire “Il pianista”. La regia poi non spiccherà per originalità, ma fa quello che può per non annoiare mai, ed in un melo drammone di qualche ora è molto.

Tutto il problema sta nella storia, se nei primi 15 minuti i giapponesi sono rappresentati come un esercito di esseri umani, impreparati a gestire un evento così grande, nel giro di un paio di inquadrature diventano una selva di barbari aguzzini che si divertono a compiere varie ed eventuali atrocità, tanto da far passare per buoni i nazisti (che si occupano, degnamente del campo profughi). Non nego la realtà storica degli eventi, e c’è da dire che un giapponese è presentato come un essere umano, ma questa lunga sequela di efferatezza risulta stucchevole ed inutile, anzi utile ad un regime per creare il solito senso di unità nazionale, ma è poco cedibile e soprattutto indifferente alle motivazioni degli individui…

Poi ripenso che i giapponesi sono per i cinesi gli equivalenti dei nazisti per gli europei e cerco di ricordare un film in cui i nazisti vengono mostrati come essere umani….


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Se Torino avesse lu mere, sarebbe una piccola Beri…In rea...

    Torino avesse mere, sarebbe piccola Beri…In rea...

    Se Torino avesse lu mere, sarebbe una piccola Beri…In realtà il detto originale si riferisce alla capitale francese: "Ce Parigi tenéve lù mare ièv 'na piccole... Leggere il seguito

    Da  Spacechili
    CULTURA, FUMETTI, LIBRI
  • Lu Babbarabbà

    Babbarabbà

    L’abitante di Uggiano La Chiesa: sempre generoso, spesso narciso, talvolta persino geniale, credulone assai. In sintesi: un asino arpista! Leggere il seguito

    Da  Cultura Salentina
    CULTURA
  • Sin City

    City

    Non proprio un film appena uscito nelle sale, ma anche abbastanza recente da poter apprezzare gli effetti speciali che contraddistinguono tutta la pellicola. Leggere il seguito

    Da  Vomitoergorum
    CINEMA
  • “Lu strùffulu”

    strùffulu”

    Lu strùffulu U struffùlu ncumincia prima ‘nnasca cu mpuzzùna t’òiu fattu la cucina, ci nù tene cantùne a pija ‘n tasca friscènnu a lu focu fina-fina na scorza t... Leggere il seguito

    Da  Cultura Salentina
    CULTURA
  • City of God

    City

    Non è sempre facile trovare un film basato su di una storia vera che sia al tempo stesso crudo quanto spensierato, violento quanto allegro, toccante quanto... Leggere il seguito

    Da  Vomitoergorum
    CINEMA
  • Lu Titoru

    Titoru

    Leggere il seguito

    Da  Cultura Salentina
    CULTURA, STORIA E FILOSOFIA
  • city watching

    city watching

    il giro di ricognizione del mio quartiere oggi mi ha fatto incontrare: 1., a sinistra, una signora con sacchetto feltrinelli che leggeva ad alta voce una... Leggere il seguito

    Da  Aa
    CULTURA, LIBRI

Magazines