Magazine Ecologia e Ambiente

CNSAS Umbria e Marche impegnato nelle valanghe di Castelluccio di Norcia

Creato il 09 febbraio 2015 da Andrea Scatolini @SCINTILENA

Squadre di Tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico di Umbria e Marche sono attualmente impegnate nella bonifica del lungo tratto di strada provinciale interessato dalle tre valanghe cadute dopo le recenti abbondanti nevicate che hanno interessato l’area di Castelluccio di Norcia.

I tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico di Umbria e Marche, coadiuvati dagli operatori del Corpo Forestale dello Stato, stanno percorrendo il fronte di valanga in squadre organizzate con pale e sonde, al fine di escludere la presenza, sotto allo spesso manto nevoso, di persone sorprese dalle tre valanghe.

Le squadre di Tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico di Umbria e Marche, dopo aver bonificato il fronte delle prime due valanghe, si apprestano ora ad iniziare il sondaggio del terzo fronte di valanga, quello più esteso.

Tutto il fronte di valanga verrà percorso dalle squadre attrezzate con pala e sonda per escludere la presenza di persone che potrebbero essere rimaste intrappolate dalla grande massa di neve, scivolata dai fianchi del Monte San Pellegrino, che ha invaso la strada provinciale.

Rimane ancora alto il rischio valanghe su tutta l’area.

Sul posto, come già anticipato, una ambulanza del 118, il Corpo Forestale dello Stato, Carabinieri e Vigili del Fuoco.

20150209_134535
20150209_134558
20150209_134610



Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog