Magazine Curiosità

Colonia, 1.FC Koln ed il Müngersdorfer Stadion

Creato il 09 novembre 2015 da Gullisc

Colonia, 1.FC Koln ed il Müngersdorfer Stadion

vista di Colonia dal lungofiume


A settembre ho visitato Colonia, città nella Renania del Nord con circa un milione di abitanti. La città è una delle più gradevoli di tutto il Paese, attraversata dal Reno. Il clima è piacevole. Colonia inoltre è nota per il suo maestoso duomo (patrimonio dell'umanità dal 1996, e casa di reliquie dei remagi) per i numerosi resti romani sparsi per tutta la città, chiese, muri. Sempre a riguardo dei romani la città ha uno dei musei più grandi fuori dall'Italia. Per noi che magari abbiamo resti sotto casa o abbiamo visitato Roma non sarà spettacolare ma è comunque un bel museo, ricco soprattutto di utensili. Se volete rilassarvi oltre gustarvi un aperitivo sul lungofiume contemplando la vista potete fare anche un bagno termale nelle numerose strutture che la città vi offre. Simbolo della città oltre al duomo c'è uno spettacolare ponte in acciaio ricoperto di lucchetti alla ponte Milvio dove potete passeggiare, andare sui pattini o in bici. Importante anche l'Opera, affianco al duomo e le varie chiese romaniche.

Colonia, 1.FC Koln ed il Müngersdorfer Stadion

Duomo di Colonia con il ponte
 Questo articolo però di certo non è un espansione di Wikipedia sulla città di Colonia quanto un racconto della visita della città ed i suoi monumenti tradizionali ma anche lo stadio e ciò che è l'anima calcistica della città. 

Colonia ha due squadre il Fortuna Koln e il 1.FC Koln. 
Colonia, 1.FC Koln ed il Müngersdorfer Stadion

Il Fortuna ha la sua base nel  sud della città, gioca al Sudstadion che conta circa 12 000posti, circa 2000 seduti. La squadra nacque nel 1948 dalla fusione del Victoria Koln (ancora esistente) e il Bayanthaler SV, nel '76 ebbe un altra fusione con l' Alter Markt Koln. La squadra ha sempre navigato fra seconda e terza serie, stabilendo il record di 26 anni consegutivi nella 2Bundesliga. Solo nel 73-74 giocò la sua prima ed ultima edizione del massimo campionato tedesco. Nel 1983 arrivò in finale di coppa di Germania perdendo però con i concittadini 0-1. Dopo il 2000 però la squadra iniziò ad avere problemi economici, fallendo nel 2005 e stando molti anni nel dilettantismo. Ora è ritornata in 3Liga ovvero la nostra Lega Pro. 

Colonia, 1.FC Koln ed il Müngersdorfer Stadion

Sudstadion


La squadra è nota in patria per aver tentato di "introdurre la democrazia del calcio" come dicono i tedeschi. Per mancanza di fondi i dirigenti avevano deciso di creare  nel 2008 un sito dove tutti i tifosi potessero decidere democraticamente chi acquistare, trattenere l'allenatore o meno, partecipare totalmente alle decisioni del club. Inoltre erano pubblicati salari dei giocatori, entrate, uscite e tutto ciò che riguardava l'economia della società. Il sito dopo poco tempo costava annualmente ai suoi 10.000 utenti 40€, la società pensò che questo fosse un dei modi per risolvere i problemi finanziari che affliggevano il Fortuna. Purtroppo il progetto non ha funzionato e nel 2011 è stato chiuso. I vari problemi creati dalla trasparenza totale erano fra gli altri quelli con le trattative per cessioni ed acquisizioni dei giocatori, sponsor ecc. I tifosi nonostante tutto sono stati presenti sempre in gran numero, fra i 5.000 ed i 10.000 non curanti della categoria.       
Colonia, 1.FC Koln ed il Müngersdorfer Stadion

 Il 1.FC Koln è sicuramente la squadra di Colonia, tanto che è chiamato anche semplicemente con il nome della città. Ha quasi sempre fatto da "ascensore" tra Bundesliga e 2Bundesliga, vincendo però nel frattempo tre Meistershale ( trofeo del massimo campionato tedesco ) nel 61/62; 63/64; 77/78. Nel frattempo qualche coppa nazionale nel 67/68; 76/77; 77/78; 82/83. Il simbolo della squadra è il duomo cittadino con una capra, da cui prende ispirazione il soprannome della squadra Die Geißböcke.    

Colonia, 1.FC Koln ed il Müngersdorfer Stadion

ingresso del complesso 


Ultimamente la società ha avuto problemi con gli ultras che per un periodo si sono trasferiti a seguire l'hockey sul ghiaccio.Proprio in questi mesi invece i tifosi più caldi sono ritornati al Mungerdsdorfer o anche RheinEnergie Stadion per sponsorizzazione. Durante gli anni '20 la città dovette distruggere tutte le proprie fortificazioni come stabilito nel trattato di Versailles, così il sindaco decise di riqualificare la periferia creando un complesso sportivo degno di nota. 

Colonia, 1.FC Koln ed il Müngersdorfer Stadion

visuale da un angolo di parco


Oltre allo stadio da inizialmente 75 000 posti, successivamente ristrutturato nel 72, per problemi finanziari ridotto a 61 000 e rimaneggiato nel 2002 portandolo a 50 000 spettatori, ci sono campi da calcio a 5, 7, hockey, palestre e soprattutto un prato enorme dove poter rilassarsi e mangiare prima della partita. Lo stadio fra l'altro ha ospitato partite del Mondiale 2006 e  Qui vedete qualche foto scattata da me. Qui invece per chi avesse tempo e voglia, il video in tedesco della ristrutturazione dello stadio nel 2002-2004.



Colonia, 1.FC Koln ed il Müngersdorfer Stadion

foto della curva del Colonia presa dalle inferiate


 Il complesso è raggiungibile con la linea 1 del tram da Neumarkt Platz in circa 15-20 minuti. La fermata non la potete sbagliare perchè in mezzo agli alberi scorgerete lo stadio. I tour sono prenotabili solo ed esclusivamente prima, durano 75-90 minuti e potrete visitare stadio spogliatoi e museo (a quanto dicono) per 9€ ad adulto e 6,50€ per bambino.Il museo l' ho trovato chiuso quando sono andato, senza tour, e il commesso mi ha detto che è chiuso in modo permanente . Il negozio è fornitissimo di qualsiasi felpa, maglietta, gadget ecc vogliate:troverete qualcosa per tutti, da donne, bambini, ai cani. Lo stadio non è visitabile senza tour e guai a voi se chiedete di entrare alle simpatiche guardie dopo aver fatto 20 minuti di tram! 

Per prenotare il tour:
Malte Rauert telefono +49 221 16 16 104 [email protected]ätten.de
oppure chiamare lo 0.2212.8010 senza dimenticare il prefisso tedesco  0341

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine