Magazine Consigli Utili

Come creare un laghetto nel proprio giardino

Da Ilrepungente @Repungente

laghetto da giardinoUnlaghettonel proprio giardino, con pesciolini, ninfee e piante acquatiche è il sogno di molti appassionati di giardinaggio, ma anche di semplici esteti che amano trascorrere ore liete nel proprio giardino, in compagnia di amici o da soli. Con questo semplice articolo vediamo come realizzare un laghetto per abbellire il proprio giardino e creare unangolo di pacee di relax.  

Realizzare un laghetto nel proprio giardino sembra un gioco da ragazzi, ma in realtà occorrono una buona dose di manualità, molta fantasia e il materiale adatto per creare qualcosa di armonioso che s’integra perfettamente con il nostro giardino.

La prima cosa che occorre fare è individuare un angolo o una porzione di terreno in cui cominciare a porre le basi del laghetto, evitando il più possibile le zone vicine agli alberi, per evitare di dover pulire spesso l'acqua.

laghetto per giardino
Individuata la zona, si può scegliere di realizzare un laghetto con le vasche prefabbricate (in commercio ne esistono di due tipi, rigide o semirigide), o con i teli in PVC e nylon che hanno una durata di circa dieci anni. Un'altra soluzione è di utilizzare dei teli con membrane di gomma sintetica che sono indistruttibili. 

Scelto il tipo di vasca si procede con lo scavo, disegnando la forma del laghetto e delimitando l'area con dei picchetti per crearne la forma desiderata; nel caso delle vasche rigide è consigliato creare uno scavo leggermente più largo (circa dieci o quindici centimetri) per rivestire la bica con della sabbia su cui poggiare la vasca.

Per lo scavo occorrono la classica pala, una zappa e un piccone, in base al tipo di suolo e alla compattezza del terreno e un luogo su cui depositare il materiale di risulta; la carriola può essere utile per spostare la terra da una zona all'altra del giardino.

costruzione laghetto
Al termine dello scavo si può procedere al posizionamento della vasca, fissando la struttura con cautela per evitare danni irreparabili mentre, nel caso del telo, occorre stenderlo prestando attenzione a non lasciare zone bombate e fissandolo ai bordi con delle pietre o con dei mattoni per creare un bordo attorno al laghetto.

 Realizzato il laghetto, occorre riempirlo con le piante acquatiche, individuando le zone migliori in base al tipo di pianta e creando dei gradoni o delle basi per poggiare le piante che amano affiorare o galleggiare sull'acqua (come nel caso delle ninfee).

Per completare il laghetto occorre riempire la vasca con l'acqua e non devono mancare

vasca da laghetto
i pesci che svolgono un ruolo fondamentale per lapulizia dell'acquae creano un po' di movimento all'interno del laghetto.

Tra le tante piante per il laghetto, oltre alle classiche ninfee si possono acquistare ipotagemon, lelenticche d'acqua, o illoto, mentre per i pesci sono ideali illeucisco, il pesciolino rosso e lacarpa giapponese, prestando sempre attenzione alla dimensione del laghetto e al numero di pesci.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :