Magazine Lavoro

Come scrivere una recensione e farne una specializzazione

Creato il 24 settembre 2013 da Redazione Firstmaster Magazine @FirstMasterFad
scrivere una recensione

Le recensioni riuniscono il piacere di comunicare con quello di esprimere le tue opinioni. Nel giusto contesto, valgono oro.

Il recensionista non è mai a corto di argomenti, vive nel bello dell’attualità e quello che scrive influenza il successo di un libro, di un film, di una trasmissione televisiva, e di ogni sorta di prodotto. Caso unico nel settore giornalistico, le recensioni influenzano le presenze al cinema, lo share televisivo (quindi il loro rendimento pubblicitario), l’accoglienza di un nuovo modello di auto e il successo di alcuni tra i 60.000 nuovi libri che si pubblicano in Italia.

Una particolarità di questo settore giornalistico è che per molti temi ha dirette e immediate valenze economiche: una recensione è in grado di incidere sulle vendite in modo consistente, sia in negativo che in positivo.
Sulle recensioni si reggono totalmente moltissimi siti e mensili specialistici. Gli articoli di critica cinematografica, televisiva o letteraria, le prove di guida di auto e moto, i test di computer, cellulari, fotocamere ecc. reggono le sorti di siti e periodici stampati, in tutto il mondo.

Le recensioni 
A proposito di libri, tutti sanno che una presentazione sulla trasmissione Rai “Che tempo che fa” fanno vendere decine di migliaia di copie.
Sui siti web è in grado di procurare compensi consistenti, quando il lettore passa dalla recensione al sito di e-commerce (che ne registra la provenienza e la compensa). Dico questo per sottolineare la specificità delle recensioni, come settore giornalistico.

recensioni-e-vendite

Ben visibili i picchi di vendita di ogni libro presentato in tv (studio Demoskopea)

Come scrivere una recensione: la struttura

La recensione è una specializzazione giornalistica. Oltre alle ordinaria qualità di scrittura giornalistica, richiede capacità di sintesi e una buona conoscenza dei temi di cui scrive. Le recensioni possono essere fatte da esperti, con modeste capacità giornalistiche. O da giornalisti, con modeste competenze.
Tra questi due estremi c’è quasi tutto ciò che si scrive e si dice e probabilmente al momento ci sei anche tu.

I critici hanno il compito di commentare un’opera, un libro, un film ecc. e quindi devono essere persone molto competenti in materia. Spesso sono dei professionisti del settore e lo conoscono dall’interno. Se è il tuo caso, hai una marcia in più.

I recensori hanno il compito più semplice di informare e sono giornalisti specializzati. Questo tipo di recensione si base sull’individuazione delle informazioni più importanti dell’articolo e dalla loro inclusione in un contesto armonico, dove il giornalista è quello che scopre, referenzia e segnala al pubblico. 

Una corretta recensione giornalistica deve essere composta da tre elementi: informazioni, interpretazioni e valutazioni.
Infatti, per scrivere una recensione completa:

1) devi dare informazioni generali riguardo sulla storia, i protagonisti e l’ambiente;

2) devi  fornire elementi interpretativi, che aiutino il pubblico a inquadrare l’opera, e comprendere intenzioni, meriti e qualità.

3)  devi fornire elementi valutativi, cono un giudizio personale della riuscita dell’opera e del suo valore, senza esaltare gli apsetti positivi e senza minimizzare quelli negativi, altrimenti il lettore pensa che sia una recensione di comodo, o la trasposizione di un comunicato stampa.

Come scrivere una recensione: forma e contenuti

Se scrivi per una testata generalista, devi considerare che il lettore medio non ha una conoscenza approfondita dell’autore o dell’argomento e non è neanche molto motivato.
Quindi:
a) resta sulle generali, evita i tecnicismi e fornisci anche informazioni che ritieni scontate,
b) accentua i motivi di interesse e di originalità, per stimolare l’interesse del lettore,
c) cura al massimo il titolo e il lead (l’incipit) della recensione (sempre per stimolare l’interesse del lettore).

Se scrivi per una testata specialistica… anzi, se sei in grado di scrivere per una testata specialistica, devi dare al lettore quei dettagli che si aspetta. Quindi devi realizzare un testo analitico che soddisfi il lettore.
Quanto analitico? Ti basta leggere le recensioni già pubblicare per allinearti al tono (dall’informale all’autorevole) e ai contenuti: riferimenti, citazioni, numeri, altre opinioni.
E se scrivi per un sito web, tanti link utili. Ma questo è ovvio.

Come scrivere una recensione: primi passi

Per timidezza o per modestia, probabilmente non te la senti di mandare in una redazione le tue prime recensioni. Anche per questo c’è la soluzione.
Prova prima con sololibri.net, che pubblica le recensioni di libri proposte dai lettori e pubblicate dopo revisione della redazione.
Poi puoi passare ad AgoràVox, una testata d’informazione per citizen journalist, già di media importanza, ma solo se padroneggi le tecniche di scrittura giornalistica.

Giovanna Gioia & staff FirstMaster Magazine

 

corso-recensioni-giornalistiche

A cura della Redazione - 2 ottobre 2013.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :