Magazine Fotografia

Condensa sull’obiettivo: come si può gestirla?

Da Terapixel @terapixelblog
 

condensa-obiettivo-terapixel.jpg

La maledizione della lente appannata si abbatte solitamente sui fotografi di viaggio che scattano in climi caldi, e colpisce nel momento in cui lasciate la vostra bella camera d’albergo con aria condizionata e vi avventurate nella calura: il vostro obiettivo si appannerà così tanto da essere inutilizzabile per almeno venti minuti.

È successo proprio anche a me lo scorso fine settimana, quando cercavo di scattare alcune foto in casa dopo aver passato un parecchio tempo all’esterno al freddo, visto che siamo in inverno.
Una volta tornato a casa, mi sono documentato su come è possibile risolvere questo tipo di problema.

Ci sono due atteggiamenti per gestire la situazione:

  • organizzarsi in anticipo per evitare l’appannamento
  • affrontare il fatto ormai compiuto

Nel primo caso, il metodo più diffuso per contrastare l’appannamento è quello di mettere l’obiettivo e la fotocamera (si potrebbe appannare anche il mirino) in un sacchetto di plastica da freezer e riporlo in nel vostro zaino finché non li dovete utilizzare.
In tale modo, rimarrà sempre al caldo, e non si appannerà quando lo tirerete fuori.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :