Magazine Attualità

Content Marketing: come creare l'audience

Da B2corporate @b2corporate
Puntare su una strategia di Content Marketing basata su contenuti di qualità, unici e rilevanti, sfruttando tutti i possibili canali di comunicazione (testi, video, immagini, podcast, presentazioni, infografiche, whitepaper, ecc.) è un aspetto dominante per i marketer e gli addetti ai lavori. Il ruolo dell’autorevolezza nel content marketing diventa sempre più strategico!
Content Marketing: come creare l'audience
Ma che cosa significa essere autorevole?
Una definizione generica del concetto “autorevole” può essere la seguente: avere la forza di influenzare o guidare pensieri, opinioni e comportamenti.
Autorevolezza significa anche poter creare un’audience, che ti segue e che ti permette di generare traffico sul tuo sito web o meglio ancora generare contatti e potenziali strategie di lead generation.
L’autorevolezza, attraverso contenuti di qualità può supportare nel raggiungimento di una MVA – minimum viable audience
Google stesso ha puntato sull’autorevolezza, anche se poi la situazione ad oggi è un po’ diversa e pare che l’algoritmo di casa Mountain View tenga conto di altri fattori; in ogni caso le seguenti affermazioni ne sono una prova rilevante e inconfutabile:
“We believed we could build a better search. We had a simple idea, that not all pages are created equal. Some are more important” – Sergey Brin, co-founder di Google.
“To rank well, build a site so fantastic that it makes you an authority in your niche” – Matts Cutts – Head of Google Web Spam Team.
Autorevolezza, Content Marketing, Seo e Social Media devono interagire ed essere parte unica di un processo di pianificazione.
Un suggerimento: non ignorate la piattaforma Google+. 
Probabilmente non incide sul posizionamento nei motori di ricerca, ma la creazione di un profilo Google + è fondamentale per sviluppare un percorso di crescita nel web.
La costruzione di un’autorità on line è collegata alla capacità di saper coinvolgere, influenzare e diffondere informazioni di qualità attraverso la citazioni di altri contenuti messi on line, attraverso link e citazioni.
La content curation aiuta a dare qualità ma anche ad evidenziare competenze ed expertise di chi scrive e soprattutto consente, come evidenziato nelle suddette righe, di raggiungere una minimum viable audience (MVA).
Content Marketing: come creare l'audience
Ma Come si raggiunge una MVA?
L’obiettivo di raggiungere una MVA richiede un certo numero di feedback: il fenomeno può essere esaminato attraverso il numero di commenti, le email ricevute, i followers su Twitter o i mi piace della pagina Facebook, le citazioni su altri siti o blog, ecc.
L’aumento del traffico organico generato sul proprio sito web è un altro fattore di lettura rilevante. Altri elementi core possono essere individuati nei seguenti punti:
-   nella capacità di problem solving verso richieste da parti degli utenti su determinate questioni;
-   diffusione di percorsi di free education;
-   sensibilizzazione verso determinate tematiche;
-   coinvolgimento degli utenti ad iniziative partecipative;
-   trasmissione del senso di appartenenza a qualcosa (un’ideale, una passione, una professione, ecc.);
-   disponibilità nel sapere ascoltare;
-   strategia di amplificazione dei contenuti.
Per approfondimenti: Strategia Content Marketing: appunti di viaggio

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog