Magazine Politica

CONTRO I “DEVIATORI”, di GLG

Creato il 11 febbraio 2015 da Conflittiestrategie

gianfrancoCONTRO I “DEVIATORI”,   di GLG   11 febbraio

 

http://www.ilgiornale.it/redirect/mondo/putin-hitler-e-retorica-chi-vuole-guerra-1092242.html

 

E oggi nell’editoriale del cartaceo Feltri intitola: “Date del bromuro a Obama. Questa guerra non è la nostra”. E scrive pure lui alcune cosette molto dure contro la Clinton, Soros, ecc.; ma anche contro ambienti dell’europeismo deteriore e più servile, e tuttavia ancora al comando! Ieri vi era un articolo ancora più sorprendente di Guzzanti, che a quanto sapevo era, almeno fino a qualche anno fa, in contatto con “certi ambienti” statunitensi. C’è veramente qualcosa di strano che circola nell’aria. Forse sarà da riconsiderare la posizione tedesca, che sembra schierarsi contro la Russia e tuttavia recalcitra davanti alle misure che vorrebbe applicare l’attuale Amministrazione Usa. Magari le dure posizioni tedesche avverse a Italia e Grecia potrebbero essere necessarie per indebolire un certo tipo di UE e far emergere qualcosa di diverso. Oppure c’è una lotta anche in dati ambienti tedeschi e francesi (sorprendente pure la recentissima dichiarazione di Sarkozy, che aggredì la Libia apparentemente sotto ordine americano). Attenti, lo ripeto: la situazione per i governanti europei è pericolosa poiché la Nato – protrattasi non a caso dopo che avrebbe dovuto terminare i suoi uffici con la caduta dell’Urss – ha inquinato tutti i Servizi. Questo, a mio avviso, spiega soprattutto certe posizioni, spesso ondeggianti, del tipo di quelle tedesche. In questo momento, in cui comunque cominciano a essere mossi anche gli strumenti decisivi d’ultima istanza (quelli militari, bellici), gli apparati detti di Intelligence sono i principali “attori” delle strategie geopolitiche. Stiamo attenti a coloro – alcuni in perfetta buona fede, altri per nulla affatto – che sostengono la fine degli Stati nazionali e il predominio delle massonerie finanziarie internazionali e degli apparati bancari di vario genere. Oggettivamente sono i migliori alleati degli Usa (di Obama) e sviano l’attenzione dagli strumenti oggi utilizzati principalmente (appunto i Servizi), nel mentre si scaldano i muscoli quelli di ultima istanza (bellici). Più nessuna esitazione a schierarsi contro chi predica che i nemici principali sono Germania e Finanza. Pericolosissimi “deviatori” della lotta oggi necessaria e possibile.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :