Magazine Tecnologia

Cosa sono la Pec e la Pei e come richiederle.

Creato il 19 dicembre 2011 da Capitainweb @capitainweb

da Wikipedia “[consiglio]La posta elettronica certificata (PEC) è uno strumento che permette di dare ad un messaggio di posta elettronica lo stesso valore legale di una raccomandata con avviso di ricevimento tradizionale. La PEC può aggiungere inoltre la certificazione del contenuto del messaggio solo se in combinazione con un certificato digitale. La PEC non certifica l’identità del mittente, né trasforma il messaggio in “documento informatico”, se il mittente omette di usare la propria firma digitale.[/consiglio]

La normativa sulla posta elettronica certificata attribuisce al DigitPA differenti compiti. In particolare indica tale soggetto come custode e gestore delle regole tecniche. È inoltre compito del DigitPA provvedere alla pubblicazione di aggiornamenti, in coerenza con gli standard specificati nella normativa di riferimento.

Il DigitPA, all’interno del proprio sito istituzionale, rende disponibile una apposita sezione riguardante la posta elettronica certificata, contenente una versione scaricabile di tutta la documentazione valida ai fini di legge e riguardante la PEC.

Il Governo Italiano fornisce gratuitamente a tutti i cittadini italiani una casella PEC che, tuttavia, può essere usata solo nelle comunicazioni con la Pubblica Amministrazione e non include un servizio di firma digitale.

Al momento dell’invio di una mail PEC il gestore PEC del mittente si occuperà di inviare al mittente una ricevuta che costituirà valore legale dell’avvenuta (o mancata) trasmissione del messaggio con precisa indicazione temporale del momento in cui la mail PEC è stata inviata. In egual modo il gestore del destinatario, dopo aver depositato il messaggio PEC nella casella del destinatario, fornirà al mittente una ricevuta di avvenuta consegna, con l’indicazione del momento temporale nel quale tale consegna è avvenuta. In caso di smarrimento di una delle ricevute presenti nel sistema PEC è possibile disporre, presso i gestori del servizio, di una traccia informatica avente lo stesso valore legale in termini di invio e ricezione, per un periodo di trenta mesi, secondo quanto previsto dalle normative sotto citate. Dal punto di vista dell’utente, una casella di posta elettronica certificata non si differenzia da una casella di posta normale; cambia solo per quello che riguarda il meccanismo di comunicazione sul quale si basa la PEC e sulla presenza di alcune ricevute inviate dai gestori PEC mittente e destinatario.

La posta elettronica certificata, infatti, per essere tale, deve seguire le regole fissate dal DPR 68/2005 e dalle successive regole da esso previste. Queste norme, insieme ad altre (in particolare il Codice dell’Amministrazione Digitale), ne stabiliscono la validità legale, le regole e le modalità di utilizzo. In particolare:

  • Il servizio può essere erogato esclusivamente dai gestori accreditati presso il DigitPA che è l’organo pubblico preposto al controllo della posta elettronica certificata.
  • Per la PEC devono essere usati domini dedicati (un dominio di PEC non contiene caselle email non-PEC).

Ogni gestore PEC nel rispetto della norma deve sottoporsi ad una serie di test d’interoperabilità, espressamente individuati e disponibili sul sito ufficiale del DigitPA. I test d’interoperabilità vengono eseguiti per valutare la correttezza tecnico/funzionale del servizio di PEC erogato dal gestore. Come indicato nella documentazione ufficiale sono presenti espliciti test per verificare l’invio e la ricezione con caselle di posta elettronica tradizionale. Si ricorda che le regole tecniche PEC, allegate al Decreto Ministeriale 2 novembre 2005, prevedono la gestione di messaggi di posta elettronica tradizionale, tanto che viene definita una apposita busta di trasporto atta a contenere e-mail provenienti da indirizzi di posta non PEC. Inoltre la ricevuta di accettazione, emanata all’atto dell’invio, evidenzia la tipologia di indirizzi di posta con apposite diciture (es. Posta Certificata – Posta non Certificata). Chiaramente, l’eventuale destinatario non PEC, pur ricevendo correttamente il messaggio, non sarà in grado di generare gli avvisi di avvenuta/mancata consegna.”

Da aprile 2010 tutti i cittadini italiani – anche se residenti all’estero – hanno diritto gratuitamente a una casella di posta elettronica certificata (PEC) per effettuare via internet, con le pubbliche amministrazioni, comunicazioni di cui sia necessario certificare la spedizione, in sostituzione della raccomandata con ricevuta di ritorno.

La casella PEC del cittadino può essere utilizzata per:

  • richiedere/inviare informazioni alle pubbliche amministrazioni;
  • inviare istanze/documentazione alle pubbliche amministrazioni;
  • ricevere documenti, informazioni, comunicazioni dalle pubbliche amministrazioni.

L’invio tramite PEC garantisce data e ora, riferiti all’accettazione e alla consegna del messaggio, e l’integrità del contenuto trasmesso.

Esempi di utilizzo sono l’invio di domande per la partecipazione a concorsi e le richieste di autorizzazioni.

Per ottenere la propria casella PEC sono sufficienti due semplici passaggi:

  1. richiedere on-line la propria casella gratuita, sul sito [email protected];
  2. recarsi presso uno sportello di Poste Italiane per effettuarne l’attivazione.

Per sapere se l’Amministrazione con la quale si intende utilizzare il servizio ha attivato un proprio indirizzo PEC, è possibile verificarne la presenza sul sito dell’IPA http://indicepa.gov.it.

La PEC per il cittadino (tecnicamente designata come CEC-PAC) può essere utilizzata solo per le comunicazioni con le Pubbliche Amministrazioni. Per comunicare con altri indirizzi PEC è necessario acquistare una casella PEC commerciale.

Gli enti che sono autorizzati ad emettere un’indirizzo PEC sono i seguenti:

Ragione sociale Indirizzo della sede legale Rappresentante legale Indirizzo Internet Data iscrizione elenco

ACI Informatica S.p.A. Via Fiume delle Perle, 24 – 00144 Roma Daniele Bettarelli, Pasquale De Vita http://www.informati… 16-12-2009

Actalis S.p.A. Via dell’Aprica, 18 – 20158 Milano Omero Narducci http://www.actalis.i… 21-12-2005

Ancitel S.p.A. Via dei Prefetti, 46 – 00186 Roma (RM) Osvaldo Napoli, Giuseppe Paolo Teti http://www.pec.ancit… 18-07-2007

ARUBA PEC S.p.A. Via Sergio Ramelli, 8 – 52100 Arezzo (AR) Simone Braccagni http://www.pec.it/ 11-10-2006

Cedacri S.p.A. Via del Conventino, 1 – 43044 Collecchio (PR) Sergio Capatti http://www.cedacri.i… 08-02-2006

Consiglio Nazionale del Notariato Via Flaminia, 160 – 00196 Roma Paolo Piccoli http://www.notariato… 21-12-2005

Fastweb S.p.A. Via Caracciolo, 51 – Milano (MI) Stefano Parisi http://www.fastweb.i… 03-10-2007

HP ES Italia S.r.l. (già EDS Italia S.r.l.) Via G. Di Vittorio, 9 – 20063 Cernusco sul Naviglio (Mi) Luigi Freguia https://www.eds.com/… 12-07-2006

IN.TE.S.A. S.p.A. Corso Orbassano 367 – 10137 Torino (TO). Antonio Taurisano http://trustedmail.i… 11-10-2006

Infocert S.p.A. Via G.B. Morgagni, 30H – 00161 Roma Fernando Zilio http://www.legalmail… 18-10-2007

Innova Puglia S.p.A. (già Tecnopolis Csata S.c.a.r.l.) Str. Prov. Per Casamassima Km. 3 – 70010 Valenzano Bari Sabrina Sansonetti http://www.rupar.pug… 13-06-2007

Intred S.p.A. Via Creta, 15 – 25124 – Brescia (BS) Daniele Peli http://www.intred.it… 04-05-2011

IT Telecom S.r.l. VS.S. 148 Pontina, Km 29,100 – 00040 Pomezia (RM) Giovanni Carlo De Iacovo http://www.firmasicu… 21-12-2005

ITnet S.r.l. Via Cesare Giulio Viola, 48 – 00148 Roma Gianni Signa http://www.it.net 29-03-2006

IWBank S.p.A. Via Cavriana, 20 – 20134 Milano (MI) Alessandro Prampolini http://www.iwbank.it 23-01-2008

KPNQwest Italia s.p.A. Via Leopardi, 9 – 20123 Milano Marco Fiorentino http://www.kpnqwest…. 13-12-2010

Lombardia Informatica S.p.A. Via Don Minzoni, 24 – 20158 – Milano (MI) Lorenzo Demartini http://www.lispa.it 04-05-2011

Namirial S.p.A. Via Caduti sul Lavoro, 4 – 60019 Senigallia (AN) Claudio Gabellini http://www.namirial…. 26-02-2007

Numera Sistemi e Informatica S.p.A. Via Quarto, 2 – 07100 Sassari Antonio Capitta http://www.numera.it 26-07-2006

Poste Italiane S.p.A. Viale Europa, 190 – 00144 Roma Giovanni Ialongo, Massimo Sarmi http://www.poste.it 18-01-2006

Postecom S.p.A. Viale Europa, 175 – 00144 Roma Vincenzo Pompa http://postecert.pos… 21-12-2005

Regione Marche Via Tiziano, 44 – 60125 Ancona (AN) Sauro Brandoni http://www.postaraff… 18-10-2007

Sogei – Società Generale d’Informatica S.p.A. Via Mario Carucci, 99 – 00143 Roma Federico Maurizio d’Andrea, Cristiano Cannarsa http://www.sogei.it/… 20-09-2006

TWT S.p.A. Via A. Sangiorgio, 12 – 20145 Milano (MI) Marco Rodolfi http://www.twt.it 25-06-2007

Università degli studi di Napoli Federico II Corso Umberto I , 80138 Napoli (NA) Magnifico Rettore Prof. Massimo Marrelli http://www.unina.it 31-12-2008

Cosa sono la Pec e la Pei e come richiederle.

[consiglio]La Posta Elettronica Istituzionale è utilizzata come canale attraverso il quale vengono inviate le comunicazioni ufficiali fra gli Enti pubblici, che ha come dominio il nome dell’ente di appartenenza e che identifica univocamente il Titolare dell’ente stesso o alcuni soggetti chiave, per esempio inizialedelnome.cognome@nomeente.it.[/consiglio]

La PEI viene di solito rilasciata dall’ente di appartenenza.

Le normative che regolano invece la Pec e la Pei sono le seguenti:

  1. Circolare CNIPA n. 56 del 21 maggio 2009 
    Modalità per la presentazione della domanda di iscrizione nell’elenco pubblico dei gestori di posta elettronica certificata (PEC) di cui all’articolo 14 del decreto del Presidente della Repubblica 11 febbraio 2005, n. 68.
    G.U. 22 luglio 2009, n. 168
  2. Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 6 maggio 2009
    Disposizioni in materia di rilascio e di uso della casella di posta elettronica certificata assegnata ai cittadini
    G.U. 25 maggio 2009, n. 119
  3. Decreto -Legge 29 novembre 2008, n. 185
    Misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa e per ridisegnare in funzione anti-crisi il quadro strategico nazionale.
    G.U. n. 280 del 29 novembre 2008, S.O. n. 263
  4. Legge 24 dicembre 2007, n. 244
    “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato
    (legge finanziaria 2008).” G.U. 28 dicembre 2007, n. 285/L
    Ripubblicato, “corredato delle relative note”, nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 10 del 12 gennaio 2008, serie generale, n.8.
  5. Circolare 6 dicembre 2006, n. 36 dell’Agenzia dell’entrate “Decreto ministeriale 23 gennaio 2004 – Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici e alla loro riproduzione in diversi tipi di supporto.”.
    (Provvedimento non pubblicato nella G.U.)
  6. Circolare CNIPA 7 dicembre 2006, n. 51 - “Espletamento della vigilanza e del controllo sulle attività esercitate dagli iscritti nell’elenco dei gestori di posta elettronica certificata (PEC), di cui all’articolo 14 del decreto del Presidente della Repubblica 11 febbraio 2005, n. 68, «Regolamento recante disposizioni per l’utilizzo della posta elettronica certificata, a norma dell’articolo 27 della legge 16 gennaio 2003, n. 3».”.
    G.U. 21 dicembre 2006, n. 296.
  7. Decreto del Ministro dell’economia e delle finanze di concerto con il Ministro per l’innovazione e le tecnologie 12 gennaio 2006 - “Autorizzazione all’invio per via telematica, all’indirizzo di posta elettronica assegnato a ciascun dipendente, del cedolino per il pagamento delle competenze stipendiali del personale di cui all’articolo 1, del decreto legislativo 12 febbraio 1993, n. 39.”
    G.U. 13 marzo 2006, n. 60
  8. Direttiva del Ministro per l’innovazione e le tecnologie 18 novembre 2005, punto 2 - “Linee guida per la Pubblica Amministrazione digitale.”
    G.U. 20 gennaio 2006, n. 16
  9. Decreto del Ministro per l’innovazione e le tecnologie 2 novembre 2005 - “Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata.”
    G.U. 15 novembre 2005, n. 266
  10. Decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, artt. 6 e 48 - “Codice dell’amministrazione digitale.”
    G.U. 16 maggio 2005, n. 112 – Supplemento Ordinario n. 93
    Decreto legislativo 4 aprile 2006, n. 159 – “Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, recante codice dell’amministrazione digitale.”
    G.U. 29 aprile 2006, n. 99 – Supplemento Ordinario n. 105
  11. Decreto del Presidente della Repubblica 11 febbraio 2005, n. 68 - “Regolamento recante disposizioni per l’utilizzo della posta elettronica certificata, a norma dell’articolo 27 della legge 16 gennaio 2003, n. 3.”
    G.U. 28 aprile 2005, n. 97
  12. Legge 30 dicembre 2004, n. 311, art. 1, comma 197 - “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2005).”
    G.U. 31 dicembre 2004, n. 306 – Supplemento Ordinario n. 192
  13. Direttiva del Ministro per l’innovazione e le tecnologie 18 dicembre 2003, punto 3, lettera d) - “Linee guida in materia di digitalizzazione dell’amministrazione per l’anno 2004.”
    G.U. 4 febbraio 2004, n. 28
  14. Direttiva del Ministro per l’innovazione e le tecnologie 27 novembre 2003 - “Impiego della posta elettronica nelle pubbliche amministrazioni.”
    G.U. 12 gennaio 2004, n. 8

Fonte: http://www.digitpa.gov.it/


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :