Magazine Cinema

Crisi - Ingmar Bergman (1946)

Creato il 02 novembre 2010 da Lakehurst

(Kris)

Visto in DVD, in lingua originale sottotitolato.

Al suo primo film Bergman vuole già fare l’adulto e mette insieme un drammone famigliare melodrammatico al massimo, con madri putative buone e morenti che vengono defraudate del loro bene più caro, la figlia, dalla madre biologica dopo che questa s’è divertita per tutti gli anni in mezzo, fregandosene della prole. Poi ci mette in mezzo pure la differenza fra villaggetto di campagna e grande città e pure i primi amori di una ragazza; un po’ tutto quello che si può mettere in un melò (ci sono pure le lacrime trattenute).

La regia è quanto di più novelle vagueano sia mai stato fatto prima di Truffaut, con temi adulti mostrati con realismo, ambientiessenziali ma credibili, quel tanto di intellettualismo che fa applaudire la critica e tutta la messa in scena che si interessa tanto dell’estetica quanto della naturalità di come vengono mostrate le cose. Ottimo, nel dettaglio, l’uso insistito dei lenti carrelli utilizzati in zoom in avanti ed indietro per rendere ariose le scene con un solo piano sequenza.

Un buon inizio, un poco noiosetto; anche se il suo difetto maggiore è la voce fuori campo all’inizio e alla fine del film, decisamente pessima.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Ingmar Bergman (1918/2007)

    Ingmar Bergman (1918/2007)

    Come sempre sono le caratteristiche di stile che definiscono il linguaggio.In ogni forma d'arte.Cinematograficamente parlando lo stile di Ingmar Bergman si... Leggere il seguito

    Da  Federicoerra
    CINEMA, CULTURA
  • La crisi del dialogo

    Nell'era della comunicazione, la difficoltà a dialogareSe parlo con un uomo e lui non capisce, taccio e ascolto. Mi sforzo di capire lui, perché, se riesco a... Leggere il seguito

    Da  Federicobollettin
    CULTURA, OPINIONI
  • Conosci Bergman?

    Conosci Bergman?

    A volte penso di stare meglio quando siamo solo io e miei autori preferiti. Io e i miei registi preferiti. E' tipo...è tipo artificiale, ma non è che conti poi... Leggere il seguito

    Da  Monique
    CULTURA
  • Come uscire dalla crisi

    Un sagace video animato che spiega come il Capitalismo, basato com'è sulla ingenuità finanziaria, porti inevitabilmente con sé delle crisi economiche e come, pe... Leggere il seguito

    Da  Shabo
    CINEMA, MEDIA E COMUNICAZIONE
  • Raccontare la crisi

    Chissà che vista si godeva da lassù e chissà che freddo.Ma sono scesi dai tetti quei ricercatori incapaci di raccontare la crisi di un sistema. Leggere il seguito

    Da  Spaceoddity
    CULTURA
  • Di scandali e di crisi

    scandali crisi

    Vallanzasca, Maniero, la Banda della Magliana, quella della uno bianca, Cavallero, Lutring. Nomi – e sicuramente ne dimentico qualcuno- mitici tra i criminali. ... Leggere il seguito

    Da  Yourpluscommunication
    CULTURA, SOCIETÀ
  • La Crisi secondo Albert Einstein!

    Crisi secondo Albert Einstein!

    Nuovo appuntamento con la nostra Rubrica Spirituale! ;) Oggi Vi lascio un bellissimo pensiero (che forse qualcuno avrà già letto) sulla Crisi! Questo brano è... Leggere il seguito

    Da  Gugolmen
    CULTURA, SOCIETÀ