Magazine Cultura

Crowdfunding: ovvero finanziare idee geniali

Da Pattici @EdeaImage

Il crowdfunding è un'attività nata negli Stati Uniti (letteralmente somma delle parole crowd=folla e funding=finanziamento) e vede coinvolte un certo numero di persone che uniscono le proprie risorse economiche per sostenere finanziariamente progetti innovativi in qualsiasi ambito, dalla cultura alla scienza, dall'arte alle organizzazioni no profit, dalla tecnologia al design.
Wikipedia spiega il crowdfunding in maniera veramente efficace, definendolo "un processo di finanziamento dal basso che mobilita persone e risorse."
In Italia possiamo considerarci già abbastanza in ritardo rispetto al resto d'Europa (Inghilterra, Francia e Olanda in primis), dove quest'attività è molto popolare e riscuote grande successo e partecipazione.
Nel crowdfunding il luogo in cui domanda (progetto) e offerta (finanziamento) si incontrano è il web e nello specifico portali in cui i progetti vengono analizzati (in USA c'è un controllo molto rigido per evitare frodi da parte di imprenditori che in periodo di crisi chiedano soldi per scopi non coerenti con il crowdfunding). Una volta che il progetto ha avuto l'ok dalla piattaforma su cui è stato lanciato, parte la ricerca di piccoli investitori interessati a finanziare.
Semplificando molto, possiamo riassumere graficamente il crowdfunding con l'immagine qui sotto:
Crowdfunding: ovvero finanziare idee genialiOvviamente il tutto è regolamentato in maniera che le idee lanciate, oltre a non essere una truffa, abbiano un senso di esistere e possano essere di pubblica utilità nell'ambito in cui saranno sviluppate.
In Italia il recente Decreto Sviluppo presentato dal Ministro per lo Sviluppo economico Passera, ha messo le basi per regolare anche nel nostro paese questo tipo di attività, in modo da garantire e stimolare gli investitori non professionali a valutare quella che sembra avere tutte le potenzialità per essere una nuova forma di investimento, anche a livello etico e di beneficio comune.
I migliori 5 siti di crowdfunding:- Kickstarter.com (internazionale)- Indiegogo.com (internazionale)- Siamosoci.com (Italia)- Eppela.com (Italia)- Starteed.com (Italia)
Per concludere questa breve introduzione al crowdfunding, tematica in forte crescita a cui dedicheremo degli approfondimenti sul blog, possiamo dire che questo fenomeno nasce dall'esigenza di cercare una soluzione per tutti quei progetti e idee che fin'ora non hanno trovato nelle intricate trame della società moderna il giusto riconoscimento e la spinta economica necessaria per crescere e svilupparsi.
Insomma, è un'opportunità molto stimolante anche e soprattutto per i giovani che decidono di buttarsi in una Start-up, per provare a costruirsi un futuro in un mondo in cui le provviste sono pressochè finite e bisogna ricominciare a seminare se si vuole mangiare.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog