Magazine Società

D’Amico, Fo, macro-categorie e il Napoletano del colle

Creato il 07 aprile 2011 da Lebarricate @gaetano_rizza

Nella trasmissione di Ilaria D’Amico, Exit, sulla 7, si perpetra come sempre l’ennesimo caso di parzialità del conduttore. Nonostante la conduttrice cerchi di dare l’illusione dell’imparzialità, alla fine, proprio non ce la fa..
Ricordiamoci intanto che la D’Amico è quella ragazza che mentre stava arrampicandosi per avere un po’ di notorietà, alla prima puntata di una sua trasmissione volle subito etichettarsi dicendo, e pure a sproposito: “Ciao Adriano”. Il “ciao Adriano” era indirizzato naturalmente ad Adriano Sofri, vittima, secondo lei, di un’ingiustizia giudiziaria. Verrebbe da chiedersi come mai l’Ilaria in quel caso pensasse che la giustizia italiana sbaglia, mentre per le vicende che riguardano Berlusconi, per questa gente, va tutto bene e i magistrati sono sempre nel giusto..
Ma il fatto che prima di lei quel saluto lo avesse fatto anche Fazio ed altra gente degli ambienti sinistrati, le dette la legittimità per poterlo fare. E nessun magistrato in quel caso mandò qualcuno a perquisirla nelle mutande alla sette del mattino a casa sua.
Ma tornando alla sua trasmissione che verteva, guarda caso, sul processo Ruby, c’erano i pro Berlusconi e i contro Berlusconi..
Mentre parlava una sostenitrice di Berlusconi il premio nobel della sinistra, sinistrato anche lui Dario Fo, sogghignava, la sostenitrice gli ha chiesto di non sorridere per favore mentre si parlava bene di Berlusconi, e la D’Amico, paladina della libertà d’espressione della sinistra, la redarguisce dicendo che nella sua trasmissione ognuno ha diritto di manifestare la propria opinione, perchè questo principio è una fondamentale della sua trasmissione..
Non redarguisce allo stesso modo però Dario Fo che invece offende gli Italiani di centro destra dicendo che sono imbecilli, perchè, giustifica la conduttrice: quando si parla per macro-categorie non sono offese.. poi se le dice un premio nobel figuriamoci..
Quindi quando diciamo che i conduttori televisivi di sinistra sono tutti autisticamente in malafede, non offendiamo nessuno perchè si parla di una macro-categoria.
E il Napoletano del colle che c’entra?
Ce lo facciamo entrare perchè anche lui, dall’alto della sua carica ha detto la sua sull’indipendenza della magistratura:
“L’indipendenza dela magistratura è inderogabile!”. Augh! Ho detto!.. A proposito di imparzialità, quindi.
Stai sicuro che a fare quelle dichiarazioni non sbagli mai, Napoletà!
E’ molto più difficile dire che l’indipendenza della magistratura sarebbe inderogabile se questa fosse veramente indipendente e non schiava del pregiudizio politico, tanto da lottare apertamente, al posto della sinistra politica inconsistente, prendendone il posto.
He sì! E’ molto più difficile dire la verità evidente. Per fare queste cose ci vogliono gli attributi che solo noi di destra abbiamo, cari sinistrati.
Amen.

0

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Per un amico grande

    amico grande

    Ho avuto la fortuna di conoscerti. Alzo il calice in tuo onore. Un Amarone, certo. Amarone e lacrime. Leggere il seguito

    Da  Anellidifum0
    ITALIANI NEL MONDO, SOCIETÀ
  • Il nostro (ex?) amico gheddafi

    nostro (ex?) amico gheddafi

    "Nei giorni in cui ormai anche il governo italiano ha scaricato il vecchio amico Gheddafi, vale la pena ricordare con quanta premura il ministro La Russa sped... Leggere il seguito

    Da  Marcellogaletti
    POLITICA, POLITICA INTERNAZIONALE, SOCIETÀ
  • Al mio amico…Mario G…..

    amico…Mario G…..

    Gi.Modesto+Pane e salame con frutta,brocca di acqua fresca,e bollitore. +++ Caro Mario,                             ti dedico questo disegno con il rammarico ch... Leggere il seguito

    Da  Gianpaolotorres
    SOCIETÀ
  • Musica, Dario Fo rapper per nuovo cd di Luca Bussoletti

    Musica, Dario Fo rapper per il nuovo cd di Luca Bussoletti Roma, 23 maggio 2011 – "Credo che il rap esista da sempre, è una forma di espressione che si... Leggere il seguito

    Da  Apietrarota
    ATTUALITÀ, INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ
  • Il miglior amico dell’uomo

    miglior amico dell’uomo

    è l’uomo Per una lunga e complicata storia di diritto matrimoniale ed immobiliare che non sto qui ad enucleare, sono stato costretto, 6 anni or sono, a... Leggere il seguito

    Da  Mriitan
    SOCIETÀ
  • Beniamino, il mio amico ficus.

    Beniamino, amico ficus.

    Beniamino Giro tranquillo tranquillo con la mia bicicletta, che ad un tratto ti vedo sistemato, vicino ai cassonetti della raccolta carta e plastica, un ficus... Leggere il seguito

    Da  Calcifer
    SOCIETÀ
  • Un sacchetto per amico

    sacchetto amico

    È una storia strappalacrime quella che verrà raccontata oggi dalle pagine di notiziedelfuturo. Ciro (nome di fantasia) è sempre stato un bambino disadattato... Leggere il seguito

    Da  Marcopertutti
    CULTURA, SOCIETÀ