Magazine Cultura

Da che parte sta il cervello?

Creato il 26 maggio 2011 da Marcotoresini
Da che parte sta il cervello?"Solo chi è senza cervello può votare a sinistra"
Silvio Berlusconipresidente del Consiglio
Stiamo facendo dei passi avanti nella anatomia elettorale secondo il nostro presidente del Consiglio: dallo scroto (ricordate quel "non penso ci siano così tanti coglioni in Italia che possano votare a sinistra" dell'aprile del 2006?) siamo passati alla scatola cranica e mi sembra già un bel passo avanti. Ma. battute a parte, è giusto chiedersi in queste ultimi stralci di campagna elettorale per le amministrative: da che parte sta il cervello?
Dovrebbe stare, ci piace crederlo, dalla parte del bene comune, dalla parte della politica che governa, dalla parte della politica che risolve e che non si limita ad indicare i problemi; dalla parte della politica che scioglie e affronta le paure e non le crea e le alimenta per scopi elettorali; dalla parte della politica che affronta i bisogni di tutti e non gli interessi di pochi. Dalla parte, per dirla con l'enciclica "Gaudium et spes", della politica che sa creare "l'insieme di quelle condizioni della vita sociale che permettono tanto ai gruppi quanto ai singoli membri di raggiungere la propria perfezione più pienamente e più speditamente".
Insomma, il cervello dell'elettore medio, un bel cervello pensante e autonomo, dovrebbe stare dalla parte di una politica che vuole crescere, che coltiva l'etica e che ha più progetti che slogan. Ma esiste questa politica? Il mio povero cervello, ad onor del vero, la sta ancora cercando. Ma forse, ne sono consapevole, questo è un limite solo mio.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Un Reader da pianger

    Reader pianger

    Qualcuno ha già notato come Google Reader abbia modificato impaginazione e opzioni di segnalazione. Per esempio: non c'è più il tasto "mi piace" e, peggio... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Spasso da manichini

    Spasso manichini

    La vicenda dei manichini umani alla Coin sembra essere terminata con una netta vittoria dei sindacati: non ci saranno più modelle e modelli nelle vetrine di... Leggere il seguito

    Da  Marcopertutti
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Una compilation da urlo

    Il bello della musica digitale è che si possono mischiare i generi, accostare stili, cantanti e cantautori che difficilmente si sarebbero potuti ascoltare in... Leggere il seguito

    Da  Mickpaolino
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Lettera da Marsala

    Lucas, una volta vivevi aspettando di incontrare colei che invece di incontrarti cercava altre piazze, altre strade. E anche se ti mettevi ai crocevia dove... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Patente da vero italiano

    Patente vero italiano

    Entra in vigore (forse) il famoso Accordo di integrazione tra lo straniero e lo stato, approvato ieri dal Consiglio dei Ministri, che introduce finalmente il... Leggere il seguito

    Da  Marcopertutti
    CULTURA, SOCIETÀ
  • I peccatucci da confessionale

    Oggi mi sono svegliato chiedendomi quali assurdi e articolati "peccati" o "peccatucci" vengono fuori dalle bocche dei confessanti in una chiesa cattolica... Leggere il seguito

    Da  Carlo_lock
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Siamo circondati da satrapi

    Siamo circondati satrapi

    Lastsupper by Guerra De La Paz«Un Cesare è più simile a un sindaco di paese che a uno spirito sovranamente lucido ma privo di istinto di dominio. L'importante... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ