Magazine Attualità

Danni collaterali

Creato il 06 aprile 2010 da Silvanocavallina @Soc1000Blog

Danni collaterali

Grazie alla segnalazione di Samuele di B-Log(0) , rilancio anche io questo video terrificante, che sta facendo il giro del mondo. Ci mostra una realtà cruda e spietata, quella della guerra vera, non quella ovattata che ci presentano i vari TG. La fonte è quella di WikiLeaks un sito su cui , in maniera anonima, si possono pubblicare filmati come questo e che sono rigorosamente classificati come segreti dall’esercito.

Il video ci mostra una ripresa fatta da un elicottero americano da guerra modello Apache che sorvolando un quartiere di Baghdad, scambia un gruppo di 6 fotografi (tra cui anche due della Reuters) , per un commando armato dotato di RPG e fucili. Richiede il permesso di ingaggio e apre il fuoco uccidendone la maggior parte, poi ripassa finendo i feriti. Successivamente un furgone si avvicina per portare i soccorsi e anche questo viene distrutto. Peccato che a bordo ci fossero solo civili tra cui due bambini. Le risate e la facilità con cui gli uomini sull’elicottero sparano e uccidono fa pensare più ad un videogioco che alla vita reale.

La guerra è così, morti innocenti e attacchi indiscriminati, nessuno svolge la parte del buono, sarebbe ora di farcene una ragione e soprattutto smettiamola con le ipocrisie perché questa è la realtà!

 

- minuto 3:07: avvistamento del gruppo di uomini

- minuto 4:10: l’elicottero confonde fotocamera e lanciarazzi (…)

- minuto 4:50: fuoco sul gruppo di persone, evidentemente inerme e non in posizione di attacco!

- minuto 9:30: l’elicottero non vede l’ora di attaccare il furgone che è sopraggiunto per portare i feriti in salvo. La richiesta viene incredibilmente accettata e il furgone distrutto, con tutte le persone a bordo, tra cui 2 bambini

- minuto 14:30: vengono portati via dai militari USA appena sopraggiunti

“E’ colpa loro se li hanno portati sul campo di battaglia”  “Hai ragione!”

Militari USA dopo essersi accorti di aver ucciso dei bambini (15:27)

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines