Magazine Attualità

Davide Vannoni da Fiorello: “E’ una rivoluzione…”

Creato il 25 novembre 2013 da Webnewsman @lenews1
Davide Vannoni da Fiorello: “E’ una rivoluzione…” Pubblicato da

Davide Vannoni da Fiorello: “E’ una rivoluzione…”

‘Davide Vannoni ha dichiarato nella rassegna stampa di Fiorello: ‘E’ una rivoluzione, qualcosa che cambierà la medicina. In tutto il mondo si stanno studiando le staminali”.

Vannoni ha spiegato:  ”Oggi scendiamo in piazza per chiedere l’applicazione di una legge dello stato che finora e’ stata disattesa. La nostra – aggiunge – è una battaglia di civiltà. Ci sono persone che manifestano da quattro mesi no-stop davanti a Montecitorio. Vivono un dramma e hanno diritto ad una speranza”. Malati come Noemi, la bimba di 18 mesi affetta da SMA, di recente ricevuta in udienza privata dal Papa, “che ha avuto ieri una crisi respiratoria molto grave – racconta – ed è stata rianimata dai suoi genitori, che lottano continuamente contro il pericolo di una morte imminente”.

Alla domanda di Fiorello, sul perché non venga accettato il metodo, Vannoni risponde: “Perchè è una rivoluzione, qualcosa che cambierà la medicina. In tutto il mondo si stanno studiando le staminali”. E precisa: “Noi oggi ci riferiamo solo ai malati che non hanno più nessuna speranza, quelli che per la medicina ufficiale devono solo tornare a casa in attesa di morire. La legge prevede per loro le cosiddette cure compassionevoli, praticabili gratuitamente in un ospedale pubblico. Ci sono 34 pazienti in cura e 150 in lista di attesa, tutti gravissimi, con un ordine del giudice di accesso alle cure, ma l’ospedale – aggiunge – rifiuta le terapie. Pochi giorni fa è morto un altro bambino, Raul. I bimbi che si sottopongono al metodo stamina migliorano e questa – chiude Vannoni – non è un’illusione”.

Ecco il video da Youtube di Vannoni.

Davide Vannoni da Fiorello: “E’ una rivoluzione…”

Sull'Autore

Visualizza tutti gli articoli di Matteo Medugno

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazine