Magazine Cinema

Dear john

Creato il 29 marzo 2014 da Hovogliadicinema
DEAR JOHN
Titolo originale: Dear JohnPaese: U.S.A.Anno: 2010Durata: 105 min.  Genere: drammatico, romanticoRegia: Lasse HallstromSoggetto: Nicholas SparksSceneggiatura: Jamie LindenCast: Channing Tatum, Amanda Seyfried, Richard Jenkins, Henry Thomas, Scott Porter, D. J. Cotrona, Cullen MossTrama: John e Savannah si incontrano mentre lei è in vacanza e subito si innamorano. Ma lui è un soldato dell'esercito degli Stati Uniti e sta per completare il suo periodo di congedo.
Continua la mia carrellata di film mielosi tratti dai romanzi di Nicholas Sparks e dopo Le pagine della nostra vita e Ho cercato il tuo nome, ho visto Dear John.(D'altronde, devo resistere al terribile impulso di andare a vedere la nuova saga teen fantasy, Divergent, e posso reprimerlo solo vedendo film brutti e smielati).  Ciò che è sorprendente - ma forse neanche troppo - è che il film in alcuni momenti mi ha emozionato. Non fraintendetemi: il film non racconta niente di nuovo. Da un lato, abbiamo un soldato in guerra, dall'altro una donna che all'inizio lo aspetta e poi si stanca di aspettarlo. Tuttavia - forse sarà la regia di Lasse Hallstrom, che ha fatto anche dei buoni film (Buon compleanno, Mr Grape, Le regole della casa del sidro, Chocolat) - Dear John ha qualche aspetto che gli permette di raggiungere la sufficienza. In primo luogo, il film non è infarcito di retorica nazionalista sulla guerra condotta dagli Stati Uniti in Iraq e in Afghanistan e in un film del genere sarebbe stato facile incontrarla. John (Channing Tatum) sceglie liberamente di arruolarsi dopo l'11 settembre, ma avrebbe potuto benissimo non farlo e nessuno lo avrebbe biasimato. Il giudizio sulle due guerre fortunatamente è completamente assente. In secondo luogo, ho apprezzato particolarmente la figura del padre di John (Richard Jenkins), un uomo che soffre di un leggero autismo e che ciononostante ha cresciuto un figlio da solo, dopo l'abbandono della madre.Bravi sia Richard Jenkins che Channing Tatum a rendere credibile un tale rapporto, che ben facilmente avrebbe potuto sfiorare il ridicolo. D'altronde, pur essendo il prototipo del belloccio americano, Channing Tatum ha un'espressività che non ci si aspetta, mentre Richard Jenkins è sempre magnifico in tutti i ruoli, purtroppo secondari, che gli affidano.Stendiamo, invece, un velo pietoso su Amanda Seyfried, Savannah nel film, alla quale consiglio con profondo affetto di cambiare mestiere.
Voto: 6

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • John and Mary

    John Mary

    Avete presente quei film che avete visto una sola volta quando eravate piccoli ma che vi sono rimasti impressi in maniera indelebile? Leggere il seguito

    Da  Zaziefromparis
    CINEMA, CULTURA
  • John Lee Hancock

    Un sogno, una vittoria (The Rookie) (2002)Alamo - Gli ultimi eroi (The Alamo) (2004)The Blind Side (2009)Saving Mr. Banks (2013) - 2,5/5 Hancock (1956),... Leggere il seguito

    Da  Alejo90
    CINEMA, CULTURA
  • Radio killer - John Dahl (2001)

    Radio killer John Dahl (2001)

    (Joy ride)Visto in tv.Due fratelli fanno uno scherzo "radiofonico" ad un camionista facendolo andare nella camera di motel a fianco alla loro facendogli... Leggere il seguito

    Da  Lakehurst
    CINEMA, CULTURA
  • Quel fantastico giovedi’ – John Steinbeck

    Quel fantastico giovedi’ John Steinbeck

    18 aprile 2014 Lascia un commento La provincia americana nel dopoguerra era a detta di Steinbeck, un guazzabuglio confuso e smarrito di anime sconvolte e... Leggere il seguito

    Da  Maxscorda
    CINEMA, CULTURA, LIBRI
  • Uomini e topi – John Steinbeck

    Uomini topi John Steinbeck

    2 maggio 2014 1 commento Non c’e’ Steinbeck senza "Uomini e topi". Celebre e rappresentativo alla pari di "Furore", con questo libro Steinbeck avanza... Leggere il seguito

    Da  Maxscorda
    CINEMA, CULTURA, LIBRI
  • Uomini in rosso – John Scalzi

    Uomini rosso John Scalzi

    19 settembre 2014 Lascia un commento E’ l’ultima frontiera dell’umanita’. L’astronave Intrepid e’ impegnata in una missione quinquennale di esplorazione e... Leggere il seguito

    Da  Maxscorda
    CINEMA, CULTURA, LIBRI