Magazine Diario personale

decalogo per il padre di figli che non dormono.

Da Verdeacqua @verde_acqua
decalogo per il padre di figli che non dormono.
Premessa: uno dei suoi difetti più difettosi e' sicuramente il sonno. Si, vale anche per Lui, quello grande, non solo per la piccoletta. Deve essere buio totale e silenzio assoluto. Altrimenti si sveglia e non si riaddormenta più. E il giorno dopo arriva il suo mal di testa insopportabile.
No, non è migliorato diventando genitore.
Per cui è mesi che dormiamo separati. Lui da una parte e io con Lei.
In teoria sono convinta che sia giusto così.  Non ha senso essere stanchi morti in due e poi la tetta ce l'ho solo io.
In pratica però mi sono stufata.
Ho detto e spiegato cosa mi farebbe stare un po' meglio ma uso questo mezzo per metterlo giù nero su bianco. Per ribadirlo un pò. Per evitare che nella penombra si perda la ragione. Perché con gli occhi pieni di sonno e la bocca impastata qui spesso ci si arrabbia invece che fare squadra.
Gli si può rimproverare poco ma quando ci vuole ci vuole.
  1. Di notte si deve dormire. È una delle cose più importanti che sto cercando di insegnare a mia figlia. Per questo si rimane in camera, si culla, si tengono manine, si ritrovano ciucci e spesso si accontenta e si allatta ma sempre lì, perché non si deve imparare a fare altro. Di notte non si gioca, non ci si distrae, non si cambia  attività, si dorme. Tu padre hai un idea diversa? Benissimo, però allora fai tu. Io dormo di là e tu porti avanti le tue idee.
  2. Se dall'altra stanza senti tua figlia piangere alzati e chiedi alla lei grande se ha bisogno di una mano. La parola chiave è la gentilezza perché molto probabilmente quando la lei piccola si è svegliata la lei grande stava dormendo di gusto ed è dovuta scattare sull' attenti subito. O peggio si era appena riaddormentata dal precedente risveglio di lei piccola. Gentilezza, sorrisi e pacche sulle spalle. Sì ti sei appena alzato pure tu nel cuore della notte ma quelle sono le tre cose che ci vogliono. Hai qualcosa da rimproverarle? Fallo alla luce del sole, letteralmente.
  3. Ogni tanto magari nel week end sacrificati e falle compagnia, addormentati tenendola abbracciata, sai che ci tiene, sai che le basta poco per non romperti più di tanto le balle. Poi puoi anche andare di là. Tuo figlio vuole la manina per addormentarsi, tua figlia vuole la tetta, lei vuole te. E' un duro lavoro ma qualcuno deve pur farlo.
  4. Se lei ti risponde non ti preoccupare invece preoccupati. Sempre di lei grande, la piccola sta bene anche se piange.
  5. Non aizzarla. Morditi la lingua centomila volte. Non dirle dove e come sbaglia. Non tirare fuori altri esempi. Non risponderle male, anche se lo fa lei, tu sii superiore.
  6. Se la notte è stata dura la mattina abbracciala e baciala tutta. Tanto. Ma fallo davvero, anche se stai rincorrendo l'altro e siete in ritardo.
  7. Dille che è brava. Lei ultimamente ci crede ma se glielo dici tu fa molto bene.
  8. Abbracciala tutta e tanto anche prima di andare a dormire separati. Il sesso in cucina e' divertente ma spesso non prevede coccole dopo. Tu fagliele lo stesso. Anche se non c'è stato il sesso in cucina.
  9. Falle un regalo ogni tanto. Non roba grossa, un fiore va sempre bene. Uno va a letto più allegro se la casa sa di tulipani. (Visto che spero tu stia prendendo nota gialli sarebbero perfetti).
  10. Portale un bicchiere d'acqua fresca, mentre culla la nanetta ha sempre una sete pazzesca.

E poi porta pazienza. Hai sicuramente sposato una rompicojoni. Ma lo sapevi, non è una scoperta postuma.
Riferimenti a cose e persone non sono casuali.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :