Magazine Italiani nel Mondo

destino o fatalita'

Creato il 11 gennaio 2010 da Marcob
Spesso mi interrogo su quale dei due fattori titolo del post influenzino maggiormente la nostra esistenza. Abbandonata infatti la strada dell'omo faber fortunae sue, preferendo a questa utero mater faber fortune figlio (scusate il latino maccheronico), mi capita spesso di analizzare a posteriori le scelte fatte. Non penso esista altresi’ un destino e spesso quindi mi vedo costretto a ricondurre semplicisticamente e pragmaticamente tutte le scelte a fatalita’.
Nella fattispecie, ieri dopo mesi e mesi di indecisione ero fortemente convinto di acquistare una bmw 5.35 del 1989 al prezzo di 2.700 dollari. L'auto sembrava a posto, vecchia d'accordo, arrugginita ma tant'e' cosa si puo' pretendere da un'auto del 1989?
Ogni giorno pensavo infatti di averne bisogno ed il giorno dopo mi smentivo asserendo che i mezzi pubblici melbourniani funzionano benissimo e che un'eventuale auto avrebbe rappresentato solo costi piu' che evitabili oltre ad inquinare e ad influenzare negativamente
la mia attuale silouette ottenuta grazie ai vari spostamenti a piedi nei tragitti casa-tram-lavoro-treno-supermercato-citta'...
Dunque, alle 14.00 di una giornata dove il mercurio nei termometri ha segnato 42 gradi, dopo essere passato per la mitica westpac bank a ritirare il cash mi sono recato dal mio collega di lavoro greco per prelevare la possente e all'epoca gloriosa serie 5 v6 3500cc con interni in pelle baige. Al primo test di guida l'auto non risondeva prontamente e pur accellerando con la virulenza di un Gill Villeneuve dei tempi migliori la poderosa berlina color rosso ruggine si muoveva alla velocita' di una lada niva col freno a mano tirato. Pensavo, sara' il clima, sara' il caldo, saranno i 20 anni di vita del motore, sara' che da un po' di mesi l'auto e’ ferma in garage....o sara' il motore finito? Pensava l'angioletto del buon senso accovacciato sulla spalla destra!
Testardo mi stavo pian piano autoconvincendo che il bolide in una giornata mite, senza clima, dopo un check appropriato e qualche giorno di guida avrebbe sicuramente sprigionato i 200 e oltre cavalli in suo possesso.
Ok mi son detto, questa e' la volta buona, avro' la mia fuckin' macchina!
Si trattava semplicemente di passare al RACV (la motorizzazione) a prelevare il modulo per il trasferimento.
Facendomi accompagnare dal mio collega, superando agevolmente il traffico cittadino di Melbourne arriviamo all'ufficio e stranamente il commesso mi dice di averfinito i moduli (1°segnale) e mi suggerisce di recarmi all'ufficio postale dove presumibilmente li avrei trovati.
Niente, nemmeno le poste centrali di Melbourne erano in possesso di tale documento (2°segnale). Strano, molto strano!
Decidiamo allora di recarci dal meccanico di fiducia per il road worthy certificate, pensando di stampare il certificato di transfer il giorno successivo dal sito internet. Il meccanico non avrebbe comunque fatto a tempo entro la serata e mi propone la scelta tra lasciare l'auto per riprenderla il giorno seguente a lavoro ultimato o riportarla il mattino seguente. Opto per la seconda (3° segnale) pensando che recandomi a lavoro in serata avrei potuto testare maggiormente le qualita' di questo vecchio catorcio!
L’auto nel frattempo continuava a non rispondere appropriatamente alle mie accelerate destando in me numerosi sospetti.
Sospetti che hanno trovato conferma quando il mio mate (piu’ esperto di me in meccanica e motori) e suo babbo in visita (che se ne stava tornando nel bel paese di li a poche ore, 4° segnale)
mi hanno convinto ad abbandonare il progetto dell’aquisto spiegandomi che quell’anomalia era dovuta molto probabilmente ad un malfunzionamento del variatore di frizione del cambio e trattandosi di automatic in caso di rottura avrei potuto tranquillamente portare l’auto nel bush per abbandonarla o in alternative sborsare 10.000 dollari!
Orbene, questi 4 segnali sono fatalita’? Non lo so.
Ecco quindi che mi sto orientando ad una nuova bicicletta o ad un motorino in pensione usato dai postini australiani!

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Orrori o errori?.

    Per uno a cui piace scrivere, fare errori di ortografia è un bel problema. E non parlo degli errori di battitura, quelli che la smodata dimensione dei ditoni,... Leggere il seguito

    Da  Enricobo2
    CULTURA
  • GIVEAWAY(o candy?) DOPPIO, PER CREATIVI E NON....

    GIVEAWAY(o candy?) DOPPIO, CREATIVI NON....

    Ohh..oggi mi butto anche io in un giveaway, anche se non devo festeggiare nulla in particolare....Spero di non confondermi con swap, candy, pal, pif e... Leggere il seguito

    Da  Annarita
    CREAZIONI, DECORAZIONE, HOBBY, LIFESTYLE, TALENTI
  • Il punto G: esiste o non esiste?

    punto esiste esiste?

    Una ricerca britannica desta dubbi e polemiche: crolla il mito del Punto G! Il famigerato punto erogeno femminile è stato messo in discussione da un'équipe di... Leggere il seguito

    Da  Sessuologiacagliari
    PER LEI, SESSO, SESSUALITÀ
  • Credenza o libreria?

    Credenza libreria?

    La semplicità, la versatilità e la trasparenza sono le caratteristiche che più apprezzo in un oggetto.La trasparenza non intesa solo come caratteristica materic... Leggere il seguito

    Da  Designtrasparente
    ARCHITETTURA E DESIGN, ARREDAMENTO, LIFESTYLE
  • Il Destino di Cenerentola

    Destino Cenerentola

    Tra i sogni di bambina quello di divenire principessa. Madre mi sparava via endovenosa "Sissi" (non l'edizione rifatta e disfatta con la porno Capotondi)... Leggere il seguito

    Da  Ransie
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, TALENTI
  • [ricetta o non ricetta?] Skate Like Canvas vol.1

    Oggi Rospop ci vuole tenere a dieta, allora per un giorno cambiamo ricetta per la "ricetta della settimana" e vi segnaliamo il piatto preferito dell'amico... Leggere il seguito

    Da  Omino71
    LIFESTYLE
  • Angeli o Demoni?

    Angeli Demoni?

    Vennero anche gli angeli e i demoni. La nuova tavola per Giampiero si basava sul rifacimento del vecchio spot della Nike ambientato nel Colosseo dove si... Leggere il seguito

    Da  Kaosintesta
    DISEGNI, FUMETTI E VIGNETTE, TALENTI

Dossier Paperblog