Magazine Poesie

di nuovo apolide

Da Apolide

 

Magritte Ricordo di viaggio

Magritte - Souvenir de voyage, 37x30.5 cm 1955

E muta il luogo,
scorre veloce
la strada, lucente
di lacrime di cielo

Partenza col sole, stanco
che brucia l’orizzonte

L’essere effimera
ogni tenda, piantata
al mattino, e tolta
quasi a sera
nascosto, il gesto

Il non-abitare,
l’essere apolide dell’anima

Il senso esiste,
è nel capire
che questo vagare
orizzonti sempre
differenti
apre gli occhi,
porta ad amare
il vivere, insegna

Nessun graffio di me,
lascerò in questa casa
non più mia

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines