Magazine Europa

Diario di Londra, giorno IV

Da Emanuelesecco

Quella che state per leggere è forse la parte più noiosa e decisamente più corta del diario. Si tratta però delle poche parole che ebbi la possibilità di scrivere in quella lunga e impegnativa giornata. Quindi, portate pazienza e attendete ancora per un pochino la trascrizione del quinto giorno.

 

29/01/2011
Ore 16.47 GMT +00.00
Nella giornata di oggi questa è la prima volta che riesco a sedermi un attimo per scrivere.
Giornata intensa e dura quella di oggi… come le altre del resto. Sempre in movimento e senza avere quei pochi minuti per immortalare su questo mio diario le sensazioni ispirate da un particolare luogo.

168097_1841851487951_1290502710_32167171_485509_n

Ora siamo in albergo. Abbiamo deciso di fermarci un attimo per lavarci e ricomporci.
La prossima destinazione sarà Piccadilly Circus e, dopo cena, l’Hard Rock Cafe. Infine questa breve vacanza potrà dirsi finalmente conclusa (no… non ne sono contento affatto che stia volgendo al termine).
So già che questa città mi mancherà da morire anche se, in definitiva, il costo della vita è decisamente altino… poi non so come sia per gli inglesi, ma per me italiano è così.
69 pounds e qualcosa: questo è quanto mi rimane dopo tre giorni e mezzo, ma in fin dei conti sono stato anche abbastanza bravo in quanto ho speso una media di 22,85 pounds al giorno (contando anche gli abbonamenti giornalieri per la metro).
Non so se comprarmi qualcosa all’Hard Rock e non farmi una buona cena, che sarebbe la prima nel senso vero del termine da quando sono qui, oppure mangiare per bene con il rischio di ritrovarmi senza una penny. Però… ripensandoci bene… sono 69 pounds. Direi che sono abbastanza per fare un’ultima serata con i fiocchi. Eh lo so, sono fatto così: parsimonioso fino all’inverosimile.
Vi posso assicurare che quello dei soldi è stato un pensiero che mi ha tormentato dal primo passo che ho fatto in territorio inglese e vedendo poi come i soldi, anche solo di mangiare, volassero fuori dal portafoglio. Devo dire che sono stato bravissimo… i miei calcoli riguardanti la pecunia da portarmi appresso erano fin troppo giusti. Certo, non ho speso soldi in cazzate e souvenir vari, ma ho puntato piuttosto a regalare al mio corpo piacevoli sensazioni ristorandolo dalle camminate che si sono fatte in questi giorni; questo implica Starbucks, vari cookies e via discorrendo. Ho voluto letteralmente riempirmi di cibi che una volta tornato in Italia so che mi mancheranno più di ogni altra cosa.
Come si può resistere a quelle promesse di un piccolo attimo di dolcezza che sono i cookies?
Beh, torniamo a noi.
L’unica cosa che ora mi dispiace è di non avere abbastanza tempo per parlare del Nosferatu che in queste notti è venuto a farmi visita… magari ci scriverò un post a riguardo quando tornerò a casa.
Bon… ora devo andare.
A stasera, semmai.
Waiting for Angus…

168429_1842122614729_1290502710_32168177_6470232_n

 

E.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • crocieremie of the seas IV

    crocieremie seas

    la quarta ammiraglia della compagnia è giunta...questa è la più piccola delle 4 infatti riulta più stretta e corta... imitando il modello di tante navi... Leggere il seguito

    Da  Interistamai
    VIAGGI
  • Londra

    Londra

    Giorno 1. Finalmente si parte per Londra. E` giovedi sera e con uno dei tanti voli economici della Ryanair, atterriamo all`aeroporto di Stansted. Leggere il seguito

    Da  Globetrotter
    VIAGGI
  • 798 - targhe (IV)

    targhe (IV)

    Eccomi con l'appuntamento mensile con le targhe... ma stavolta ne ho proprio tante, piu' di trenta! Ne mettero' come al solito una decina, ma ho l'imbarazzo... Leggere il seguito

    Da  Maricadg
    ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI
  • Diario Egiziano

    Diario Egiziano

    Il tipo di grande statura e una certa circonferenza, corredato con un cappello arabo rosso con codino nero penzolante, aggiungeva sorridendo: “I am your... Leggere il seguito

    Da  Andreas
    VIAGGI
  • Ostelli Londra

    Ostelli Londra

    Londra ĂŠ una cittĂĄ per tutti i gusti e tutte le stagioni e noi aggiungeremmo anche per tutte le tasche. Durante le vacanze Natalizie ci sono innumerevoli... Leggere il seguito

    Da  Globetrotter
    VIAGGI
  • Il Fuoco sacro. Introduzione (iv)

    «L'uomo si comprende in Dio», diceva Eric Weil, filosofo kantiano. «Questa formula ha due sensi: è in Dio che l'uomo si vede, e ciò che l'uomo vede in Dio è se... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, STORIA E FILOSOFIA
  • Diario di tesi: scadenze

    Oggi dovrei essere al museo a fare le foto che non ho potuto fare la volta scorsa.Domani dovrei consegnare la domanda di laurea, in un orario assurdo, senza la... Leggere il seguito

    Da  Pythia
    UNIVERSITÀ

Dossier Paperblog

Magazines