Magazine Arte

Diary of Dreams - Ego: X. La recensione

Da Ant
Diary of Dreams - Ego: X. La recensione
Diary of Dreams - Ego: X
A tre anni di distanza dal bellissimo “If” tornano sul mercato discografico i Diary of Dreams di Adrian Hates con un nuovo lavoro in studio, il dodicesimo della serie. L’album è disponibile in varie edizioni, per tutti i gusti e tutte le tasche: la “standard edition” con 14 brani, la “limited edition” che invece ne contiene 17 nel primo cd e un inedito e 3 versioni remix nel secondo disco, la versione in doppio vinile e la “deluxe box” (doppio cd, libro di 60 pagine e vari gadget).La tracklist della “Standard edition”:1.Intro X2.Undividable3.Lebenslang4.Grey the Blue5.Element 1: Zeitgeist6.Immerdar7.Push me!8.Echo in me (X-version)9.Splinter10.Element 5: Resignation11.Mein-Eld12.Fateful Decoy13.Weh: Mut14.Out of XEtichetta: Accession - Audioglobe 2011Ego: X è un concept album (come spesso è accaduto nella storia della band) basato sulle teorie di Freud (il conflitto tra le tre sfere della personalità: Ego, Id e Super Ego). Il sound è quello ormai classico degli ultimi dischi della band tedesca (nekrolog 43 e If, soprattutto) tra gothic e darkwave con largo uso di tastiere ed elettronica, e potenti chitarre elettriche, un ottimo lavoro sui suoni (opera del produttore Daniel Myer) e un po’ meno spazio alle tentazioni da dancefloor a differenza di alcuni lavori del loro passato.Un disco potente, carico d’intensità drammatica e ricco negli arrangiamenti, com’era lecito aspettarsi. Le tracce interessanti, quelle che si aggiungeranno alla lunga lista di piccoli grandi classici del gruppo, sono molte: “Grey the Blue” con il suo malinconico piano e l’intensa melodia; la dolce “Immerdar” lenta ed evocativa; le ottime e classiche “Undividable”, “Mein-Eld” e “Fateful Decoy”; l’atipica, per i loro canoni, “Push me” con la voce di Amelia Brightman ad accompagnare Hates e la bellissima e drammatica “Echo in me”. Ma tutti i brani si mantengono su un livello piuttosto elevato di qualità.Quando il laser si ferma, alla fine del dischetto, quel che resta è la sensazione che si tratti di un buon lavoro, forse solo leggermente inferiore al precedente “If”. In ogni caso chi segue il “diario dei sogni” non potrà che apprezzare e non avrà alcuna difficoltà ad aggiungere questa nuova pagina alla collezione.Voto: 8Diary of Dreams - Ego: X. La recensioneDiary of Dreams - Ego: X. La recensione
Diary of Dreams - Ego: X. La recensione
Diary of Dreams - Ego: X. La recensione
Diary of Dreams - Ego: X. La recensione
Diary of Dreams - Ego: X. La recensione
Diary of Dreams - Ego: X. La recensione

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Girls- tour diary

    Girls- tour diary

    Del nuovo album dei Girls vi abbiamo già parlato. Ora Chris ha preparato un piccolo video con le riprese fatte da lui stesso durante il tour. Eccolo. Leggere il seguito

    Da  Dlso
    CULTURA, MUSICA
  • The Rum Diary

    Diary

    Se ne parla da almeno cinque anni, ma ora è giunto il momento. Sta per uscire nelle sale la versione cinematografica di “Cronache del Rum“, delirante quanto... Leggere il seguito

    Da  Therocksuckers
    CULTURA, MUSICA
  • Young Dreams - Young Dreams - Video Testo Traduzione

    Young Dreams Video Testo Traduzione

    Altro che emergenti,siamo ai primi vagiti se è vero che ascoltiamo il primo singolo che si chiama come loro.Parlo del collettivo norvegese Young Dreams,12... Leggere il seguito

    Da  Lesto82
    CULTURA, MUSICA
  • Land of hope and dreams

    Land hope dreams

    "La colonna sonora della mia vita" e di molte altre, aggiungo io....A dirlo è stato il sindaco di Trieste, Roberto Cosolini, in quest'intervista pubblicata... Leggere il seguito

    Da  Chemako
    CULTURA, FUMETTI, LIBRI
  • Books of my dreams #1

    Books dreams

    Miei cari lettori, da oggi ho deciso di aprire una nuova rubrica, a cadenza settimanale, che ho chiamato "Books of my dreams" .Di che cosa parlerà? Leggere il seguito

    Da  Ilary
    CULTURA, LIBRI
  • Books of my dreams #3

    Books dreams

    Eccoci ad un nuovo appuntamento con "Books of my dreams", i libri dei miei sogni, cioè quelli che vorrei vedere pubblicati prima o poi anche in Italia. Leggere il seguito

    Da  Ilary
    CULTURA, LIBRI
  • Mocca - My Diary [2002]

    Mocca Diary [2002]

    Lo so, lo so. Vi sto trascurando ed è una cosa che non va bene. Lo so che se non vi do le medicine per un po' poi vi mettete a guardare MTV e a strillare alla... Leggere il seguito

    Da  Drnick
    TALENTI