Magazine Eventi

Dicono di Noi Cortinametraggio 2016

Creato il 18 novembre 2015 da Cortinametraggio @cortinametraggi

Link articolo CINECLANDESTINO

Diario di bordo, 1^ Tappa

Con l’XI edizione di Cortinametraggio, la nostra rivista di informazione e critica cinematografica ha scelto di inaugurare un lavoro di media partnership.
Cari lettori, è già di per sé molto bello, come critici e spettatori, provare ad essere i vostri occhi per i film in sala o cercando di farvi vivere un po’ i festival internazionali che seguiamo come inviati; lo sarà ancora di più con questo tipo di collaborazione. Cercheremo di approfondire maggiormente addentrandoci nei meandri della kermesse, con recensioni, interviste e chi più ne ha, più ne metta, nel tentativo di farvi sentire un po’ lì con noi.

Cortinametraggio ha una sua storia alle spalle, creando sin dagli esordi una propria via nel panorama dei festival di settore, merito di una precisa scelta di genere, la commedia. Nato nel ’97 con una vocazione internazionale, dopo una pausa di alcuni anni, è “risorto” nel 2010 sotto la direzione artistica di Maddalena Mayneri. «A Cortina bisogna sorridere», afferma. Al di là di questa battuta (veritiera) che cavalca l’immagine di vacanza che si ha di questo luogo, è innegabile che non è semplice usare un registro più leggero tanto più dando vita, in pochi minuti, a una storia compiuta.
Di anno in anno il festival è cresciuto facendo emergere autori e registi che oggi sono affermati, da Paolo Genovese a Francesco Munzi e Piero Messina – solo per citarvene alcuni – e vuole continuare in questo solco con l’ottica di dare spazio al cinema italiano. Ascoltando le parole entusiasmanti dell’ideatrice, si avverte l’intenzione di alzare sempre più il tiro e il livello, con uno sguardo concreto, strettamente legato alla realtà distributiva, creando relazioni, contatti e opportunità per i giovani.
Da qualche settimana è aperto il bando per la prossima edizione che si svolgerà dal 14 al 20 marzo 2016. Si rinnova la sezione Corticomedy e dintorni «sia corti classicamente di commedia sia opere anche di altri generi (horror, thriller, fantascienza, poliziesco, drammatico) in cui traspaia comunque uno sguardo ironico sulla realtà ed i personaggi rappresentati». Per farvi un’idea sul mood recuperatevi il vincitore del 2015, Thriller di Giuseppe Marco Albano, premiato anche col David di Donatello 2015 come Miglior Corto.
Parallelamente e sempre nella prospettiva di dar spazio alla creatività italiana, si sviluppano anche le sezioni autonome Backstage, Booktrailer e WebSeries. La scadenza è il 1° febbraio 2016.

Mantenendo fede alla vocazione di festival talent scout, alla presentazione svoltasi alla 72esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, sono state confermate le prestigiose collaborazioni delle edizioni passate con il Centro Sperimentale di Cinematografia (CSC), il Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani (SNGCI) e il Centro Nazionale del Cortometraggio (CNC).
La Presidente non ci nasconde che ha il forte obiettivo di rendere Cortinametraggio sempre più un ponte tra chi il cinema lo fa e chi lo distribuisce e lo fruisce. Spinta da questo monito, sta lavorando costantemente perché a Cortina d’Ampezzo arrivino in quei giorni nomi importanti di produttori e distributori, rappresentanti delle major e dei nostri canali tv. Possiamo già dirvi che nella mattinata di sabato 19 marzo si svolgerà un dibattito in piazza – tempo permettendo – tra i vincitori e l’enturage di Rai, Mediaset, Sky, Universal.
Spesso si ha l’idea che il cortometraggio sia solo una palestra per imparare a fare lunghi, si è poco educati alla visione e festival come Cortinametraggio vogliono scardinare quest’idea perseguendo anche lo scopo di riuscire a portare, prima o poi, il corto in sala, magari precedendo la proiezione del lungometraggio di finzione. Da donna, la Mayneri ci rivela che desidererebbe portare anche una forte componente femminile in questa undicesima edizione ed effettivamente il mondo dell’industry sta dando sempre più spazio anche a produttrici e distributrici. Ci teniamo, inoltre, a raccontarvi come questa sia una manifestazione che coltiva i suoi autori nel tempo, basta pensare al rinnovarsi della presenza in diversi anni di Max Croci e alla volontà di realizzare progetti futuri anche con i vincitori delle ultime edizioni.
Ora la palla è a voi. Chi tra i nostri lettori è sceneggiatore, regista, attore e ha qualcosa nel cassetto rispondente ai criteri di selezione, non esiti a inviare la candidatura. Questo settore, lo sappiamo tutti, non è semplice, bisogna mettersi in discussione e battere le strade per cui provateci!

Stay tuned per nuove anticipazioni e dettagli in attesa della trasferta a marzo 2016!

Maria Lucia Tangorra

Per maggiori dettagli: http://www.cortinametraggio.it/


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine