Magazine Cultura

Dieci motivi per dedicarsi alla scrittura

Creato il 12 gennaio 2012 da Mcnab75

Dieci motivi per dedicarsi alla scrittura

Sabato scorso vi ho proposto un elenco di motivi secondo i quali sarebbe meglio evitare di appassionarsi alla scrittura. Ha riscosso un buon successo, con oltre cento commenti e 150 condivisioni su Facebook. Si vede che l’argomento richiama attenzioni e scatena dibattiti.
Ovviamente il mio intento era provocatorio, anche se più o meno esponevo i veri problemi che si riscontrano nella più sfigata delle attività “artistiche” italiane (e forse non solo).
Per rimediare all’insita acidità di quel post, pubblico oggi l’articolo opposto: dieci buoni motivi per cui vale la pena scrivere.
Per ironia della sorte elaboro questo post in un periodo in cui ho momentaneamente rallentato l’attività di scrittura, al di fuori del blog e di qualche progetto collaterale. Ho delle idee, dei lavori in sospeso, ma un piccolo calo di stimoli. Sono i consueti alti e bassi, nulla più.
A ogni modo le sorprese non sono finite. Sabato pubblicherò un succoso guest post che darà voce a chi sta invece nella trincea opposta. Ci sarà da ridere, ma in modo amaro.

 

DIECI MOTIVI PER DEDICARSI ALLA SCRITTURA

  1. Anche se non pubblicherete mai nulla, nemmeno un racconto, imparare a scrivere in un italiano corretto e piacevole è un obiettivo di per sé nobile.
  2. Creare storie è un’attività intellettuale che può tornare utile in molti settori estranei all’editoria. Per esempio nei rapporti sociali, o per scrivere un curriculum, o per interagire su Internet.
  3. Col progressivo diffondersi di ebook ci si può svincolare dai farraginosi meccanismi dell’editoria tradizionale, lenta e marchettara. Se avete tempo ed energie da impiegare nelle public relations potreste ottenere buoni risultati anche con le autopubblicazioni.
  4. Migliorare la vostra scrittura migliorerà di conseguenza la vostra capacità di analisi da lettore.
  5. A livello meramente economico la scrittura è la forma artistica che richiedere il minor investimento iniziale di soldi. Vi basterà un computer o, se siete della vecchia scuola, carta e penna. E poi chissà…
  6. Aprirsi a un pubblico esterno – non solo amici e parenti – vi servirà ad tracciare le giuste proporzioni delle vostre capacità, e quindi a conoscevi meglio.
  7. Oltre agli inevitabili troll troverete anche dei lettori gentili, entusiasti e puntuali nel farvi capire cosa funziona e cosa va perfezionato.
  8. Essendo scrittura e lettura due attività oramai di nicchia, potreste trovare degli spiriti affini con cui condividere queste passioni, sentendovi un po’ meno isolati.
  9. Ci sono dozzine di ottimi progetti di scrittura condivisa o partecipativa. Se avete pochi stimoli, se temete di non trovare un pubblico, beh, queste occasioni sono l’ideale per mettere in mostra le vostre capacità.
  10. Male che vada vi farete una cultura globale  più ampia, il che non viene granché valorizzato nel nostro paese, ma a livello umano e personale ha un valore impareggiabile.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :