Magazine Poesie

Dissi Eclissi, o disse Eclisse

Da Occhidadonna
Dissi Eclissi, o disse EclisseSono la lupa che ulula al buio,
il cane che guaisce 
dall'altra parte della strada.

La licantropa antroposmorfia
che smorza sorrisi falliti.
Mi appiccico alla pece d'un cielo orfano.

Non ho pace. A quattro zampe, lecco 
il dolore e sputo per terra rantoli
di purezza che non riesco ad annerire.

Senza argento mi ossido, mi sminuzzo 
e disegno con le briciole, lo spreco.
Striscio e mi graffio le ginocchia.

M'impolvero, povera d'istinto.
Non si accettano regali.
Ingoio la sete e bevo carta.

Mi anniento, urlo, m'incenerisco.
M'unisco ai fantasmi e mi spavento.
Sparo occhi e non ci vedo più.

Sono lupa e sono cane.

Dissi Eclissi, o disse Eclisse

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazines