Magazine Opinioni

Dissuasori anti homeless

Creato il 17 giugno 2014 da Ilcanechesimordelacoda

Dissuasori anti homeless
Recentemente la notizia delle punte anti barboni installate a Londra ha molto scosso l'opinione pubblica e movimentato gli attivisti delle varie associazioni che hanno risolto giustamente il tutto con una colata di cemento sulle punte.
In realtà però non era un caso isolato ed esistono diversi tipi di dissuasori anti-squat detti anche teen-repellent che sono in uso nelle varie città europee ed estere come Londra, Parigi, New York. Ecco una raccolta di foto che lo testimoniahttps://www.flickr.com/photos/[email protected]/
I francesi che sembrano i più agguerriti contro il bivaccare per la stada dei giovani hanno ideato un dissuasore acustico che emette onde sonore ad alta frequenza percepili solo da chi ha meno di 25 anni che utilizzano nelle stazioni e nelle metropolitane, eccolo: http://en.wikipedia.org/wiki/The_Mosquito
Questa è una chiara violazione dei diritti umani e infatti ci sono state varie sentenze di tribunale che lo hanno vietato ma anche altre che lo hanno permesso.
In Italia ancora non ci si è posti il problema anche se è già comparso a Trento all'entrata di una chiesa, nel video potete sentire quanto è fastidioso
https://www.youtube.com/watch?v=ZK_fDlsIXQg#t=28 .
Anche i dissuasori anti-homeless erano già comparsi in Italia, a NApolihttp://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/notizie/sociale/2013/18-dicembre-2013/denuncia-installati-dissuasori-anti-homeless-alla-chiesa-2223817118320.shtml sempre all'entrata di una chiesa è qui il danno sociale è doppio, cacciati da quelli che dovrebbero accoglierli per definizione. 
E che dire delle panchine con braccioli che dividono i vari posti per evitare che qualcuno ci si sdrai sopra? Non dovrebbero cercare di trovare delle sistemazioni a queste persone che vivono in giro invece di cacciarli come insetti o come piccioni? "No, perchè stare in strada è considerato un comportamento anti sociale causato dalla droga e la delinquenza" direbbero, mentre in realtà è l'esatto contrario è lo stare in strada, la povertà, che spingono le persone a delinquere e le statistiche parlano chiaro.
Ma il meglio deve ancora venire, dai supporti ischiatici che non permettono nemmeno di sedersi ma solo di appoggiare la schiena qualche minuto, ai dispositivi che dovrebbero evidenziare l'acne adolescenziale ai rivestimenti anti-adesivi applicati ai cartelli stradali e ai cestini pubblici, gli ostacoli anti-skater.. Persino i ragazzini danno fastidio per la strada quindi, i 15 enni che si rincorrono sono considerati socialmente pericolosi.
Ma gli spazi pubblici sono di tutti solo se usati come scusa per farci pagare le tasse?
Se vogliono dissuadere i giovani dal sostare in quelle zone dove pensano che andranno i giovani? Che si chiuderanno in casa? Che emigreranno?
Sapete qual'è il vero scopo? Non è rendere le nostre strade più sicure ma solo di renderle inadeguate a chi le abita, a chi le vive.
Sostare nei luoghi pubblici e chiaccherare è gratis ma se riescono a farlo diventare illegale o anche solo non socialmente accettato sarà come costringere la gente a svolgere tutte quelle attività che sono A PAGAMENTO e in mancanza di denaro saremmo costretti quindi a chiuderci in casa. Pensateci bene non è già un pò così? NOn vi sentite costretti a stare a casa se non avete soldi?
Ecco un altra finezza per schiavizzarci insomma, i dissuasori anti persone non anti barboni.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazines