Magazine Cultura

Donne e Halacha

Creato il 06 febbraio 2013 da Piazzetta @blogsemiserio

Su un forum di Ebraismo dedicato alle donne, ho pubblicato un link ad un nuovo gruppo di Rabbini e donne studiose, Beit Hillel, che rispondono a domande di Halacha (legge ebraica) e pubblicano articoli. Si tratta di un gruppo religioso ma progressista: le donne occupano spazio e il gruppo pubblica spesso Halachot che rivoluzionano i concetti su cio che é permesso alle donne, secondo i quali abbiamo vissuto (e viviamo) fino ad ora. uno di questi é la lettura della Meghilat Ester: la Halacha infatti permette a donne di leggere la Meghila per un pubblico femminile e io ho ripreso l’idea, il link di beit Hillel e l’ho pubblicato sul forum Ebraismo al femminile, scatenando un accesa discussione. pubblico qui sotto (insieme al link di Beit Hillel) il blog da me pubblicato sul forum.

Due parole su Beit Hillel: in questo forum si possono chiedere domande di Halacha e chiedere su concetti e idee, in ebraico e in inglese e si ricevono risposte dalle persone che fanno parte di Beit Hillel: Rabbini e/o donne studiose.

http://www.beithillel.org.il/ (hanno anche una pagine su Facebook).

La discussione sulla Megilà letta da donne e per donne, ha scatenato mezzo putiferio con due campi ben distinti, vorrei percio’ precisare e far notare un paio di cose.

Per quanto Chabad sia molto aperto e tollerante verso le donne, il mondo dei Haredim e del resto dei chasidim, il resto del mondo ortodosso insomma, non lo é! E, di recente, ho perfino notato una simile tendenza nel mondo dei mizrahi ortodossi, che si sta lentamente insinuando e che tende a limitare sempre di piu le donne.

Le donne in questo tipo di cerchia, soprattutto in israele, vengono fatte sedere nell’autobus dietro, vengono impedite di far parte di compiti e posti di rango e pubblici (il partito di Shas, mi risulta, non ha donne e se ci sono non si vedono e non si conoscono: non é un partito piccolo); la “scusa” di tzniut viene usata a tal punto, che le foto dove appaiono donne completamente vestite, vengono eliminate! Quando l’ultimo governo é stato formato in israele, nel mondo religioso haredi la foto era stata cambiata e mostrata con tutti i membri della knesset senza le donne.

Donne e Halacha

Il giornale hamodia, giornale haredi europeo in inglese letto da un grande pubblico ortodosso, elimina oramai come regola qualsiasi viso femminile ed é arrivato a modificare una foto eliminando un paio di scarpe da un cassetto perché erano da donna (link e foto a richiesta: non é per sentito dire!).

Anche ad anversa, un giornalino di pubblicità pubblicato da ortodossi per gli ebrei della città, puibblica foto senza donne!

A Beth Shemesh, c’é stato uno scandalo enorme perché i haredim erano contro una scuola femminile che era aperta vicino alla loro zona, con scene incredibili di haredim che sputano su bambine di 8 anni o le ricorrono per strada! Non é la regola é vero, ma se non si reagisce lo diventerà.

Per non parlare delle “donne ebree talibane” che, saranno anche pazze ma la loro pazzia si sparge come una macchia d‘olio, perché trova terreno gia fertile!

É vero, é ignoranza, insicurezza chiamatelo come volete ma, per far credere una bugia, basta ripeterla abbastanza volte perché venga creduta come fanno molto efficacemente i palestinesi e, almeno ci provano, i nostri ortodossi.

Le donne in quel mondo, vengono sempre di piu relegate nell’angolo, senza diritti, senza poter dire la loro. Dall’altra parte del campo ci sono coloro che si battono perché questo non succeda, per poter cambiare le cose sempre restando nell’ambito della halacha, per poter fermare gli abusi che, anche quelli, stanno uscendo allo scoperto pian piano e purtroppo non sono pochi….le nuove idee fanno paura e Chabad piu di chiunque altro lo sa! Quante volte Chabad vengono criticati e osteggiati! Quante volte io stessa, pur non essendo Chabad, mi sono ritrovata a difendere il movimento e le sue idee con discussioni accesissime tra me e haredim!! (e non laici, badate bene!!)

Le idee nuove hanno sempre bisogno di tempo per prendere piede: questo movimento “religioso femminista” esiste da vari anni: vi consiglio vivamente di leggere il libro di Blu Greenberg “on women and Judaism”; per farvi capire, una delle descrizioni del libro é “a sensitive attempt to reconcile the claims of feminism with complete jewish law”. La donna che lo ha scritto, ha oggi quasi 80 anni e percio avete un idea di quanto tempo questo movimento é in azione. Chi mi conosce dalla mia infanzia e, in questo forum ce ne sono alcune, sa che sono sempre stata uno spirito libero ed ho sempre cercato libertà e indipendenza per le donne e, nell’ambito della nostra religione, lo spazio c’é ma non viene usato.

Non che io pensi che una donne DEVE studiare Gemara o leggere la meghila ma, se sceglie di volerlo fare, perché impedirlo? Oggi in Israele esiste il centro religioso di studio MATAN che dà questa opportunità e sempre piu donne lo frequestano. Avigail, ieri hai detto una frase dove mi ritrovo completamente: “stanca assai, in seguito ad una giornata molto intensa, carica di incarichi COME SOLO NOI DONNE SAPPIAMO CARICARCI E RINGRAZIO H. DI NON DOVER FARE ALTRO

:-)
” francamente anche io! Quando vedo mio figlio andare in shul e mettere tefillin la mattina, ringazio il cielo che io non sono obbligata ma, detto cio, il fatto che una donna voglia lottare nell’ambito della Halacha per il suo spazio, per la sua indipendenza, é una cosa importantissima per il futuro delle nostre figlie e figli!

Detto cio, torno al mio lavoro e ai miei doveri di madre

;)


Archiviato in:Ebraismo, Israele, Religione, Uncategorized Tagged: donne, donne e religione, halacha per donne, megilla per donne

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog