Magazine Società

Due robe veloci sul PD...

Creato il 14 novembre 2010 da Magobago
Due robe veloci sul PD...
La prima... perchè "Chi dice che non c'è differenza sta tirando la voltata a Berlusconi" o, nel caso di Grillo, la sta tirando a se stesso...

E sulla tanto dibattuta questione della rottamazione dei vecchi all'interno del PD riporto questo scritto di un giovane autore, filosofo e grande politico...
“Una generazione può essere giudicata dallo stesso giudizio che essa dà della generazione precedente, un periodo storico dal suo stesso modo di considerare il periodo da cui è stato preceduto.
Una generazione che deprime la generazione precedente, che non riesce a vederne le grandezze e il significato necessario, non può che essere meschina e senza fiducia in se stessa, anche se assume pose gladiatorie e smania per la grandezza. È il solito rapporto tra il grande uomo e il cameriere.
Fare il deserto per emergere e distinguersi.
Una generazione vitale e forte, che si propone di lavorare e di affermarsi, tende invece a sopravalutare la generazione precedente perché la propria energia le dà la sicurezza che andrà anche più oltre; semplicemente vegetare è già superamento di ciò che è dipinto come morto.
Si rimprovera al passato di non aver compiuto il compito del presente: come sarebbe più comodo se i genitori avessero già fatto il lavoro dei figli. Nella svalutazione del passato è implicita una giustificazione della nullità del presente: chissà cosa avremmo fatto noi se i nostri genitori avessero fatto questo e quest’altro... ma essi non l’hanno fatto e, quindi, noi non abbiamo fatto nulla di più.Una soffitta su un pianterreno è meno soffitta di quella sul decimo o trentesimo piano? Una generazione che sa far solo soffitte si lamenta che i predecessori non abbiano già costruito palazzi di dieci o trenta piani. Dite di esser capaci di costruire cattedrali, ma non siete capaci che di costruire soffitte.”
Scritto da Antonio Gramsci ne "I quaderni dal carcere - Passato e Presente”.
Si badi bene, non voglio paragonare Bersani a Gramsci, ci mancherebbe... è stata solo una scelta per ottimizzare lo spazio sul blog, mi pare ovvio.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Fiat, interpellanza PD

    Fiat, interpellanza

    presentata dai dei Senatori Ichino, Zanda, Latorre, Casson, Treu, Negri, Roilo, Morando, Nerozzi, Ghedini, Ceccanti, Blazina, Fontana, Ignazio Marino, Mauro M. Leggere il seguito

    Da  Leone_antonino
    POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Ma il Pd no

    “Nessuno ci potrà più convincere che il berlusconismo non coincida con il dossieraggio e con i ricatti, con la menzogna che diventa strumento per attaccare... Leggere il seguito

    Da  Simmen
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Fabrizio Gifuni e l’errore del Pd

    Fabrizio Gifuni l’errore

    Andrea Tornago Fabrizio Gifuni è stato contestato alla convention del Pd per essersi rivolto alla platea con un liberatorio «compagni e compagne». Leggere il seguito

    Da  Bracebracebrace
    SOCIETÀ
  • Domande al segretario del PD

    Visto che Bersani oggi risponderà alle domande dei lettori i Repubblica, due domande al segretario:L'Italia non è soltanto un paese di "consumatori" ma anche e... Leggere il seguito

    Da  Funicelli
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Pd app...eso a un filo

    app...eso filo

    Cazzeggiando con l'iPhone l'altra sera, capito sull'applicazione del quotidiano "La Stampa", sezione "Politica". Si apre la pagina con 19 titoli. Leggere il seguito

    Da  Flyguyit
    SOCIETÀ
  • La metafora del Pd

    Giochi di bimbi -Ehi, Francesco, che fate in camera da due ore? -Giochiamo! -A cosa? -Alla politica, mamma. -Alla politica? -Sì. -E scusa, com’è che si gioca... Leggere il seguito

    Da  Diarioelettorale
    SOCIETÀ
  • Un Pd liberistoide

    Non so se ve ne siete accorti, ma qualcuno, stando a quanto accadeva nel Pd, “negli ultimi anni ha considerato la sinistra un succedaneo delle politiche... Leggere il seguito

    Da  Malvino
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ