Magazine Informazione regionale

Due volte fessi!

Creato il 02 dicembre 2010 da Patuasia


Parliamo di soldi, il momento è propizio. Fra le tante cifre da capogiro e difficilmente comprensibili ai più che circolano sui giornali in questo periodo, ce n’è una che tutti capiscono: quella relativa al bon de chauffage. La Regione Valle d’Aosta quest’anno ha incassato dalle accise sui carburanti 35 milioni di euro, a noi, in termini di compensazione, ne elargisce appena la metà. Quello che doveva sostituire i buoni di benzina diventa l’ennesima presa in giro di un regime sempre più autoreferenziato. L’Europa ci ha tolto i buoni, la Regione l’anno prossimo ci toglierà il bon. Quest’anno ne abbiamo usufruito tutti, poi saranno le persone meno abbienti a poterlo utilizzare. Visto che abitiamo tutti in un contesto freddo e che le spese del riscaldamento sono una voce importante nell’economia domestica, sarebbe più logica una distribuzione capillare pur con dei distinguo che tenessero conto del clima, dell’efficenza energetica, del reddito… . Ma non sarà così. La schizofrenia al potere vuole da un lato il partito unico che mobilita le masse per raccogliere le firme contro l’abolizione dei buoni di benzina (azione demagogica perché sapeva benissimo che la petizione era fuffa), dall’altro, invece di tradurre la perdita in un privilegio distribuito a tutta la popolazione (prima non tutti ne usufruivano) fa in modo di ridurlo al minimo. Così ci ritroveremo presto con il ricordo ormai sbiadito dei buoni sommato a quello più fresco dei bons.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :