Magazine Cultura

E’ arrivata l’influenza

Creato il 03 febbraio 2011 da Musicamore @AAtzori

image007Purtroppo anche quest’anno l’appuntamento con l’influenza è stato rispettato in pieno.

Qualche giorno fa mi sono recata in uno studio medico per un certificato. Era strapieno di gente che tossiva e starnutiva. Nonostante abbia tentato di tenere sulla bocca un fazzoletto, ho pensato che questa volta non l’avrei scampata. E infatti…

Ho fatto un po’ di ricerche per capire se i sintomi erano gli stessi proclamati dai medici per questo 2011.

Ebbene, il Ministero della Salute ha appunto  dichiarato che quest’anno l’influenza sarà causata da tre ceppi virali: il virus A/H1N1, il virus H3N2 e il virus B; e si manifesterà con i classici sintomi di febbre alta (superiore ai 38°), tosse, debolezza, brividi, sudorazione,  mal di testa e disturbi gastrointestinali (vomito, nausea, diarrea).

Nel caso di febbre alta è necessario l’ uso di farmaci antipiretici, mentre per la tosse  è necessario un sedativo. Da anni a casa mia, l’unico sciroppo che ha dato sempre ottimi risultati come sedativo per la tosse è STODAL , medicinale omeopatico che ho scoperto fin dalla tenera età delle mie figlie.

Spesso poi l’influenza è accompagnata da infezione alle vie aeree superiori, in questi casi è consigliabile associare un antinfiammatorio e talvolta, dietro consiglio del medico un antibiotico, mentre per i disturbi gastrointestinali è consigliabile in caso di diarrea  l’ uso di fermenti lattici per ripristinare la flora batterica .

Insomma niente di nuovo rispetto agli anni precedenti. La prevenzione comunque resta l’ arma migliore per combatterla. Si consiglia quindi in questo periodo di mangiare molta frutta e verdura e yogurt, in quanto ricchi di vitamine e sostanze antiossidanti che contribuiscono a rafforzare le difese immunitarie. Se vi recate in ambienti molto affollati non vergognatevi ad indossare la mascherina.

E’ arrivata l’influenza
Condividi su Facebook.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog