Magazine Politica Italia

E il Cavaliere ci riprova: "Abolire l'Imu sulla prima casa"!

Creato il 25 settembre 2012 da Freeskipper
Dopo le dimissioni della governatrice del Lazio i partiti si preoccupano del futuro 'politico' della Regione e scaldano i motori per occupare le poltrone rimaste vacanti, da appena un giorno! Ben altri sono, invece i problemi che affliggono gli onesti cittadini preoccupati del proprio futuro e di quello dei loro figli! Qui sta crollando tutto. Non c’è più niente e nessuno da salvare. La malapolitica ha fatto man bassa, mangiando tutto ciò che c’era da mangiare!!! Ma tra le macerie di un’Italia terremotata geologicamente, ma soprattutto politicamente, c’è ancora qualche sopravvissuto: “Apprezziamo la scelta di Renata Polverini che pur non avendo compiuto nulla di immorale nè di illegittimo ha ritenuto, di fronte alle gravi emergenze venute alla luce nell'utilizzo dei fondi pubblici, di consentire con le sue dimissioni un cambiamento. La nostra proposta è abolire l'Imu sulla prima casa. Una tassa intollerabile per gli italiani, che diversamente dal resto d'Europa abitano per l'80% nella casa di proprietà. L'Imu andrebbe considerata 'una tantum' per l'emergenza”. Lo dice Silvio Berlusconi in un'intervista all'Huffington Post. Berlusconi, poi, si dice pronto a sostenere un nuovo candidato alla guida del Paese: "Certamente sì e con tutto il cuore", dice il cavaliere, dichiarandosi disposto a sostenere un candidato che non si chiami Berlusconi per costruire un nuovo centrodestra. “Il professor Monti era sulla carta il miglior presidente del Consiglio per un governo d'emergenza che avesse l'appoggio di maggioranza e opposizione e potesse fronteggiare al meglio la crisi", ha continuato l'ex premier Berlusconi, che riguardo ad un Monti bis dice. “Non è un errore, ma per essere candidato occorre innanzitutto volersi candidare. Aspettiamo e vedremo!”. Ha poi energicamente smentito che la sua esitazione a condidarsi dipenda da 'un accanimento giudiziario': "Nessuna paura, ho sempre trovato un giudice a Berlino, non sono mai stato condannato nonostante un accanimento giudiziario che non ha eguali nel tempo e nel mondo. L'accanimento giudiziario non mi ha mai impedito e non mi impedirà mai di fare ciò che sento il dovere di fare, nell'interesse del Paese che amo". Per quanto riguarda poi il Movimento5Stelle rispondendo ad una domanda sulla possibilità che Grillo possa spaventarlo, l'ex premier risponde: "No, perchè non è riuscito a proporre qualcosa di costruttivo, e soprattutto non sarebbe proprio in grado di governare. L'Italia non ha bisogno in questo momento di salti nel buio, ma di una guida esperta e capace. È significativo che i candidati grillini preferiscano non apparire in pubblico, non confrontarsi. Tra loro ci sono giovani animati da una sincera volontà di impegnarsi nella vita civile e questo è un bene, vanno rispettati. Ma hanno poco a che fare con Grillo, che resta uno straordinario istrione e nella vita ha costruito soltanto un successo teatrale. Grillo è un attore brillante che ha saputo abilmente sfruttare le potenzialità della rete per interposta persona, e che attenendosi scrupolosamente a un copione scritto, ha cavalcato e cavalca una protesta legittima contro la degenerazione di una certa politica fondata sull'incompetenza e sul privilegio”.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :