Magazine Curiosità

Ecco 10 modi alternativi per usare il Cotton fioc

Creato il 14 novembre 2013 da Moveup

Scritto da: Giorgia 


Cotton fioc

Scopri come usare i cotton fioc in maniera alternativa ed originale

Avevi mai pensato che, oltre a pulirti le orecchie, i cotton fioc potessero servire ad altro? Oltre a levare (meglio omettere cosa) dalle nostre orecchie, possono essere impiegati per altri interessanti usi.

Cotton fioc:  ecco 10 usi alternativi

  1. Pittura: i cotton fioc hanno le dimensioni perfette per essere utilizzati come dei veri e propri pennelli.
  2. Trucco: in alcuni casi i cotton fioc sono molto più precisi di pennelli e pennellini e permettono di sfumare il trucco in maniera invidiabile.
  3. Pulire i gioielli: grazie alle dimensioni, rimuovere polvere, sporco o macchie da orecchini e ciondoli sarà un gioco da ragazzi.
  4. Rimuovere le macchie: rimuovendo macchie dai tessuti, in alcuni casi si rischia di fare espandere la chiazza. Provate a mescolare del succo di limone con acqua e applicarlo sulla parte del tessuto con il cotton fioc.
  5. Capelli bianchi: se avete soltanto qualche capello bianco e siete contrarie all’uso dei coloranti, provate ad applicare dell’henné soltanto sulle zone interessate e così fregherete tutti!
  6. Unghie: Chi non ha mai trasbordato mettendosi lo smalto? Il cotton fioc elimina con precisione tutte le sbavature.
  7. Cerniere: cerniera del giubbotto, del jeans o della borsa bloccata? Cotton fioc inoleato alla mano, tamponate la cerniera ed il gioco è fatto!
  8. Incollare: A tutti una volta nella vita sarà capitato di rimanere con le dita incollate, usando il cotton fioc potrete levare la colla in eccesso velocemente e facilmente.
  9. Fiocchi di neve: In tempi di crisi i cotton fioc servono anche per realizzare delle decorazioni natalizie, basterà prendere una sfera in polistirolo e inserirli per tutta la superficie.
  10. Disinfettare: i cotton fioc,  sono un modo efficace per disinfettare le ferite perché non rilasciano “pelucchi” tipici della bambagia.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :