Magazine Musica

EHNAHRE, Old Earth

Creato il 04 settembre 2012 da The New Noise @TheNewNoiseIt

EHNAHRE, Old Earth

Il terzo album degli Ehnahre rappresenta un’ulteriore sfida e dimostra ancora una volta come il coraggio non sia l’unica arma in dote al progetto di Carchia, McGuire, Donoso (che, al momento di scrivere, sembra abbia deciso di lasciare), bensì la base di partenza per un’esplorazione tanto singolare quanto affascinante.  Sin dalla prima traccia, infatti, appare chiaro infatti Old Earth mantenga intatto l’elevato grado di ostilità della scrittura, da sempre tratto distintivo del trio, ma emerge anche una precisa volontà di finalizzare questa natura refrattaria alla creazione di un quadro complesso e assolutamente non sterile. Se il mood radicale di “Old Earth I” prende alla gola e lascia esanimi, già nel secondo episodio si comprende come gli Ehnahre, oltre a distruggere, sappiano anche costruire secondo le regole canoniche, o per lo meno le conoscano e ne sappiano trarre materia da plasmare secondo la loro personalità sui generis. Così death, drone-doom, jazz, astrattismo e atmosfere notturne si trovano a convivere in un album ricco di fascino e capace di donare più di un brivido lungo la schiena, privo soprattutto di qualsiasi patinatura arty o tendenza manierista. Perché, detto fuori dai denti, Old Earth è leccornia per palati abituati a cimentarsi con cibi inusuali (a tratti si avverte un’affinità ideologica con gli Gnaw di mr. Dubin) e non certo con menù per famiglie, anche quando sembrano strizzare l’occhio all’ascoltatore e lasciare da parte, per un istante, la marcata propensione all’approccio atonale. Un album difficile, dunque, a tratti faticoso, di sicuro impegnativo e non immediato, eppure non si può che parlare di Old Earth in termini favorevoli e con piena soddisfazione, certi che la necessaria attenzione prestata nell’assimilarlo verrà ripagata una volta entrati nelle sue spire. Estremi per vocazione e non per posa.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Alley Cats - Escape from Planet Earth

    Alley Cats Escape from Planet Earth

    Una band, un mito, una leggenda, della scena punk rock di Los Angeles a cavallo tra gli ultimi sospiri dei 70's e gli anni ottanta... Leggere il seguito

    Da  Ant
    CULTURA, MUSICA
  • Old Spice Muscle Music

    Spice Muscle Music

    Guarda la muscle-jam di Terry Crews e poi registra la tua versione, grazie all’interattività del video. Geniale viral del brand americano Old Spice. Leggere il seguito

    Da  Therocksuckers
    CULTURA, MUSICA
  • SARANG, The Dream Of Earth

    SARANG, Dream Earth

    Un anno molto positivo per Simon Balestrazzi, il quale, dopo il tributo a Ballard e l’album solista, riappare su queste pagine con Sarang, sigla che condivide... Leggere il seguito

    Da  The New Noise
    MUSICA
  • EHNAHRE, Ryan McGuire

    EHNAHRE, Ryan McGuire

    Faccia a faccia con Ryan McGuire per scavare a fondo nella nuova creatura degli Ehnahre, Old Earth, un album affascinante e ricco di spunti che ha saputo... Leggere il seguito

    Da  The New Noise
    MUSICA
  • Joker - Old Era - Video

    Joker Video

    Il producer electro-dubstep inglese Joker sta per pubblicare la nuova "Old Era",intanto ecco il video della sua ultima fatica. Leggere il seguito

    Da  Lesto82
    CULTURA, MUSICA
  • old records never die (vinili)

    records never (vinili)

    Sono sempre stato un appassionato di tecnologia, probabilmente da quando da bambino leggevo I Robot. Ho usato il primo computer alla fine degli anni ’70, ho... Leggere il seguito

    Da  Zambo
    CULTURA, MUSICA
  • Voivod - Target Earth

    Voivod Target Earth

    Non c'è più la geniale chitarra di Denis "Piggy" D'Amour (R.I.P.) da un bel pezzo, ormai (26 Agosto 2005) ma i Voivod non è che sono qui per detergere il... Leggere il seguito

    Da  Ant
    CULTURA, MUSICA

Magazine