Magazine Ecologia e Ambiente

Energrid: Pollice green: consigli utili per un giardinaggio sostenibile

Creato il 19 giugno 2010 da Letiziapalmisano

image

E’ tempo di giardinaggio! Amiamo le piante, i fiori e la vegetazione. Facciamo di tutto per rendere il nostro giardino, ma anche i nostri vasetti sul balcone se non siamo tanto fortunati da averne uno, più bello e rigoglioso. Prodotti per dare un colore più vivido alle foglie, concime per il prato indebolito dalle frequenti tosature, insetticida per proteggere le piantine… Ma siamo sicuri di agire nel rispetto della natura?
Non tutte le nostre azioni hanno l’effetto positivo che desideriamo ottenere e, pur credendo di fare del bene, spesso non rispettiamo l’ambiente. Una mini guida del giardiniere ecologico potrebbe aiutarci a prenderci cura del nostro giardino in maniera più consapevole, trasformandolo in un perfetto eco giardino.

1. E’ importante scegliete le piante adatte al nostro clima: rispettiamo l’ambiente cercando di non sradicare le piante dal loro territorio naturale. Se il cactus cresce nel deserto e non nella tundra, ci sarà un motivo! Cerchiamo quindi di piantare le piante e gli alberi adatti all’ambiente in cui viviamo.

2. Bisogna innaffiare al mattino presto: nelle giornate calde la maggior parte dell’acqua che diamo alle piante, evapora prima ancora di raggiungere il suolo, bisogna perciò innaffiare al mattino presto, per aiutarle a ‘dissetarsi’, ma anche per risparmiare acqua ed evitare gli sprechi.

3. Fertilizzante sì, ma solo se naturale: i concimi chimici, oltre a essere piuttosto costosi, non rispettano l’ambiente. Sono sicuramente da preferire concimi organici, come ad esempio i rifiuti del pranzo (gusci d’uova, bucce di frutta, resti di verdura) mescolati con i rifiuti vegetali del giardino (foglie e fiori) e dell’acqua.

4. Al giardino piace il ‘vintage’: attrezzi da lavoro, vasi, innaffiatoio… sono tanti gli oggetti che si possono acquistare di seconda mano, risparmiando denaro, ma soprattutto evitando di creare rifiuti ferrosi e plastica che vanno a finire nelle discariche.

5. I vasi hanno una seconda vita: quando una piantina muore, ricordiamoci che il vasetto può sempre essere utilizzato per farne crescere una nuova.

6. Contro gli insetti solo pesticidi naturali: al bando i prodotti chimici anche per quel che riguarda la lotta agli insetti in giardino! Lo sapevate che i crisantemi, le calendole, i garofani e le margherite sono ottimi repellenti contro gli insetti?

Il tema della salvaguardia dell’ambiente, che noi di Energrid promuoviamo attraverso argomenti quali risparmio energetico, bioarchitettura e attenzione agli sprechi, passa anche attraverso piccole pratiche di vita quotidiana, come quelle appena suggerite! In passato abbiamo pubblicato altri decaloghi che vi invitiamo a consultare:
- Dieci lezioni per una vita ecosostenibile
- Energrid e i 10 consigli per un 2010 più verde
- Bioarchitettura e green rating


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :